LOMAC – header banner dal 9 settembre 2019 al 9 settembre 2020
Bwa headerbanner 2020
Yamaha – header banner dal 14 marzo al 14 marzo 2021
Joker Boat header banner 2020
Mercury – header banner 2°

Tubolari in Pvc: che fare quando il bottaccio si scolla?

0
Honda Marine – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 31 dicembre 2020
Highfield – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 31 dicembre 2020
TOHATSU – newsbanner dal 2 marzo al 30 settembre 2020
GARMIN – newsbanner dal 16 marzo al 15 dicembre 2020
Mercury – header banner 2°
Bwa headerbanner 2020
SUZUKI Newsbanner dal 27 maggio al 27 agosto 2020
Joker Boat header banner 2020
Marlin Boat newsbanner dal 17 nov 2019 al 18 nov 2020

Sui gommoni con tubolari in Pvc capita frequentemente che ci siano dei particolari non saldati elettronicamente, ma incollati a freddo. E’ il caso dei bottacci, delle maniglie, degli anelli di traino, qualche volta delle martingale dei tendalini e degli anelli di sostegno dei corrimano.

Questi accessori incollati con il tempo tendono a «mollare», se sottoposti a sforzi, perché la loro tenuta è nettamente inferiore a quella delle saldature (thermobandage) o saldatura elettronica.

La procedura per incollare nuovamente questi accessori non complicata, ma richiede un minimo di destrezza.

Base Nautica newsbanner dal 15 febbraio al 15 aprile 2021
JUST SLIK – newsbanner dal 16 dicembre 2019 al 15 dicembre 2020
SHD – newsbanner dal 19 febbraio al 18 luglio 2020
Yamaha – header banner dal 14 marzo al 14 marzo 2021
SALPA – newsbanner dal 9 gennaio 2019 al 15 gennaio 2021
CAR-MET – newsbanner
SUZUKI Newsbanner dal 27 maggio al 27 agosto 2020

L’ideale è lavorare in un posto al chiuso, con un tavolo robusto sul quale stendere la parte del gommone su cui intervenire, o l’intero gommone (ovviamente sgonfio) se le dimensioni lo consentono. In caso di un rib ingombrante, bisogna disporre comunque di un locale chiuso (garage, magazzino) al riparo da polvere e raggi diretti del sole.

E’ importante per prima cosa segnare con carta adesiva da carrozziere in strisce il margine esatto della zona da incollare.

La fase successiva è quella, più delicata e faticosa, di ripulire sia il bottaccio vecchio, sia la parte di tubolare dalla quale si è staccato, dai residui di vecchia colla.

Si può tentare di usare un po’ di diluente, con molta attenzione per non sciupare il tessuto: ma la cosa migliore è procedere con olio di gomiti e la famosa tavoletta a bordo smussato, meglio se di para.

Non lasciatevi tentare da un lavoro approssimativo: basta lasciare qualche grumo di vecchia colla per compromettere un lavoro lungo e faticoso.

Solo quando le due superfici da incollare saranno tornate lisce e pulite, si potrà procedere a una leggera carteggiatura e quindi a spalmare la colla bicomponente con il pennello, rispettando il ciclo di tre mani per parte a intervalli di alcuni minuti, ed essiccazione finale di 10/15 minuti. Dopo l’incollaggio, mettere in pressione con morsetti o pesi e lasciare riposare per 12/24 ore.

Attenzione: gli accessori come bottaccio o suoi settori, maniglie, eccetera, vanno incollati a battello gonfio a pressione d’esercizio, altrimenti si rischiano brutti scherzi (non perfetto centraggio o punti incollati che «tirano») al momento di rigonfiare.

LOMAC – header banner dal 9 settembre 2019 al 9 settembre 2020
CONDIVIDI
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DE IL GOMMONE

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR