Garmin headerbanner 2018 dal 25 gennaio al 31 ottobre 2018
Joker Boat header 2018
Bwa headerbanner 2018
Yamaha – header banner dal 18 agosto al 14 marzo 2019
Yamaha – header banner dal 1 settembre al 14 marzo 2019
Brp headerbanner 2018 dal 1 marzo al 31 dicembre 2018
Highfield (dreamyachting) – header da 8 novembre 2017 a 8 novembre 2018

Squalo, remora o pesce rosso? Ma tu di che segno sei?

0
Brunswick Marine newsbanner 2018
Marlin Boat newsbanner dal 17 nov 2017 al 18 nov 2018

Due gommoni: stesso cantiere, stesso modello, identico motore… eppure estremamente diversi tra loro. Possibile? Sì, perché ogni gommonauta personalizza il natante secondo un suo proprio e unico modo di interpretare la navigazione.

Un esempio, per quanto banale, è costituito dall’hi-fi: su molti gommoni è assente o al massimo surrogato dalla radiolina a pile trovata dentro il fustino di detersivo; su altri c’è un’autoradio; altri ancora esibiscono un vero e proprio impianto hi-fi con due altoparlanti – rigorosamente marini – in consolle e due sul roll-bar.

Siamo tutti d’accordo nel ritenere che nel primo caso si tratti di navigatori puri, che vivono il mare in completa sintonia; i secondi sono figli del nostro tempo, ai quali il consumismo ha suggerito che niente e nessuno può privarci delle più (in)sane abitudini; gli ultimi sono i seguaci di una certa filosofia emergente che recita: “stupire a tutti i costi!”.

Base Nautica newsbanner dal 1 gennaio al 31 ottobre 2018
SUZUKI Newsbanner dal 27 agosto al 27 settembre 2018

Abbiamo appena scoperto tre diversi profili gommonautici, ma sicuramente la realtà è ben più ampia. E allora, senza scomodare Freud, crogiolati sul divano di casa, giochiamo a quello che potremo chiamare, prendendo a prestito la classica domanda che si scambiano i seguaci dell’oroscopo: “Ma tu, di che segno sei?”.

LO SQUALO
Profilo: solitamente taciturno, caccia in solitario per conquistare l’unico ormeggio rimasto in un Marina superaffollato, con la stessa determinazione con cui si avventa sul buffet dell’inaugurazione del nuovo centro nautico in città o s’impossessa dei gadget negli stand del Salone di Genova. E’ un buon marinaio, anche se a volte troppo azzardato come tutti coloro che sopravalutano se stessi; a bordo del suo gommone c’è di tutto, anche il superfluo, ma non aspettatevi che lo ostenti con compiacimento: e questo non tanto per modestia, quanto per la paura che un altro squalo incroci nelle vicinanze…
Segni particolari: in vacanza indossa le più strane polo e t-shirt che pubblicizzano ogni sorta di prodotto, bottino di quanto razziato in fiere, meeting d altre occasioni; al bar del porto, anche se prende solo un caffè, “pesca” egualmente nella ciotola dei salatini per l’aperitivo; se a bordo siete in sei e ci sono solo cinque panini, lui con fare distratto prenderà il secondo o il terzo, salvo poi a dispiacersi per la sorte dell’ultimo amico.

LA SARDINA
Profilo: vi si riconosceranno molte lettrici. La cosa però non deve allarmare gli eventuali maschietti sardine: come l’oroscopo tradizionale, anche il nostro gioco è… unisex. Persona scattante, sempre in movimento, anche un po’ esibizionista quando gode nel far ammirare gli ultimi acquisti, sia che si tratti del costume da bagno sia del gommone. Allegra e briosa, si rivela l’animatrice di crociere e di ogni occasione d’incontro contagiando anche il gommonauta più musone. Unico limite: come l’omonimo pesce nuota in gruppo, anche lei cerca la complicità delle altre persone per esprimersi: concedetele la vostra simpatia, lasciatevi condurre nel gioco e vivrete indimenticabili momenti di pura allegria.
Segni particolari: quando non è in servizio, potete riconoscerla da un accessorio d’abbigliamento particolare e apparentemente fuori contesto: può essere un vistoso e coloratissimo orologio da polso oppure generose dosi di gel sui capelli, per esempio.

LA REMORA
Profilo: questo tipo ha carattere gregario, ma ciò non gli impedisce di essere ottimo compagno di crociere e lavoratore instancabile; lo trovate al barbecue, dopo una torrida giornata estiva, a cucinare per tutta la combriccola; a darsi da fare per scucire, al Marina quasi completo, gli ultimi tre ormeggi appaiati (perché in vacanza è bello stare tutti “vicini vicini”. Contrariamente allo squalo, al buffet riempirà il piatto all’inverosimile, ma solo per spartirlo con gli amici poco propensi a una carica all’arma bianca per pochi salatini.
Segni particolari: veste in modo da non attirare l’attenzione, ma con molto gusto. Nelle discussioni non assume mai posizioni oltranziste, anzi cerca di mediare i più focosi. Da brava remora, accudisce con cura il gruppo cui vive in simbiosi: così nelle sue tasche potrete trovare la pastiglia per l’acidità di stomaco che a volte vi prende…

IL POLPO
Profilo: per analogia con lo Zodiaco, potremo definirlo un segno di terra (ma che assurdità, in mare…), quasi un toro; cauto, riflessivo, a volte introverso, ma dotato di una genialità che, proprio perché non superbamente esibita, è presto dimenticata. Se il vostro motore zoppica al minimo, alla prima occasione lo regolerà alla perfezione: magari quando voi siete intenti ad altre cose, cosi che possiate apprezzare solo il risultato finale e non già la sua indiscussa perizia. E’ ancora lui, il polpo, che ha pianificato perfettamente l’ultima crociera estiva di gruppo, che ha risolto quell’increscioso incidente col gestore del cantiere; e ancora una volta ha taciuto le difficoltà del percorso, per consegnarvi solo l’esito finale del suo paziente lavoro.
Segni particolari: abbigliamento rigorosamente non griffato, dedica poche attenzioni al look del gommone, che però mantiene efficiente negli aspetti che coinvolgono la sicurezza, del tipo: il motore si avvia sempre al primo colpo, ma alla cerniera del gavone mancano due viti già da un anno. Però non fateglielo notare: come tutti i polpi, è permaloso.

LA BALLERINA SPAGNOLA
Profilo: premesso che si tratta di un nudibranco dotato di un ampio e appariscente mantello che gli consente di nuotare agilmente, ricordando appunto le ballerine di flamenco, in questo profilo si identificano più frequentemente i maschi, sempre all’ultimo grido per l’abbigliamento, le abitudini e, ovviamente, il gommone. Aggiornatissimi, i tipi- ballerina leggono almeno due riviste nautiche ogni mese, frequentano i concessionari più prestigiosi, non mancano mai all’appuntamento di Genova. La loro scarsa dimestichezza con il mare è compensata dalla conoscenza di un nutrito glossario e da un mezzo che, viste dimensioni e motorizzazioni, perdona molti errori.
Segni particolari: la ballerina spagnola veste Prada, calza rigorosamente le scarpe degli equipaggi di Coppa America, condivide il tempo libero tra il gommone e altre qualificanti attività quali palestra, yoga e scuola di balli caraibici. Degli orpelli installati in gommone (radar, radio, Gps, eco) conosce solo il funzionamento dell’hi-fi, ma organizza splendidi happy hour per gli amici con i migliori aperitivi appena tolti dal frigo di bordo.

LA RANA PESCATRICE
Profilo: non fatevi trarre in inganno dal nome corrente di questo pesce: coda di rospo. Qui non c’entra la bruttezza, piuttosto quel modo particolare di provvedere ai propri bisogni primari: pazienza e a volte… un po’ d’inganno. Questo soggetto riesce a vendere un vecchio gommone a un prezzo assurdamente alto; ad acquistarne uno a condizioni vantaggiose solo perché è stato esposto una settimana in fiera; a farsi riconoscere la garanzia anche se il motore ha ceduto dopo appena un anno, ma un anno di episodi inenarrabili. Non arrabbiatevi se a voi certe cose non riescono: non siete code di rospo, non vi acquattate sotto la sabbia e muovete l’illicio per attirare gli sprovveduti pesciolini!
Segni particolari: praticamente nessuno, quindi difficilmente identificabile al primo approccio. Come le spie della Guerra Fredda, la rana pescatrice può rimanere in incognito una vita intera; magari è solo per una casualità che emerge questo oscuro lato della sua personalità. Come, per esempio, quando ha tentato di appioppare quel gommone, che voi non vorreste neppure in regalo, ad un vostro amico…

L’OLOTURIA
Profilo: è noto a tutti che la vita del cetriolo di mare è assai monotona, né più edificante è l’altro nome con cui questo echinoderma è conosciuto (volgarmente: stronzo di mare). L’oloturia dove la mettete resta: dovete dirle di sedersi sull’altro lato del gommone «Sennò andiamo via sbandati», dovete invitarla a indossare la cerata alle prime gocce di pioggia, dovete chiamarla a bordo, che altrimenti «Si parte senza di te, dai che siamo in ritardo…». Ehi, andateci piano, forse abbiamo esagerato nelle tinte: precisiamo allora che è una persona che non si trova particolarmente a suo agio in gommone, ma che per questo non rinuncia alla compagnia; magari è un po’ distratta anche nella vita di tutti i giorni, ma è una cara e preziosa amica. Proponetele qualsiasi avventura in gommone e non vi dirà mai di no!
Segni particolari: a volte si dimentica di mettere la sveglia «Che tanto è domenica e si dorme…», invece gli amici l’aspettano in gommone già da un’ora. Quando apre la borsa frigo aspettatevi di tutto, anche che l’insalata di riso sia rimasta a casa e invece ci sia il contenitore con le braciole per il barbecue che aveva progettato di fare la sera, al ritorno a casa. Ma sicuramente non si dimenticherà delle splendide giornate trascorse con voi.

L’ARAGOSTA
Profilo: è una ricca preda che tutti vorrebbero portare a casa. Se ai pescatori soddisfa le più intense gioie del palato, ai gommonauti che la accolgono garantisce indubbi privilegi. L’aragosta, narcisista, ha bisogno di un contesto che la valorizzi, quindi si lascia facilmente catturare a patto, però, che i nuovi amici se ne facciano un motivo di orgoglio e prestigio. Essa preferisce stare dunque nell’acquario di strutture organizzate, di cui i club sono l’esempio più eclatante. Il nostro crostaceo non è un gommonauta, anzi, non ha nulla a che fare con il mare. Può essere un politico, un filantropo, uno sportivo, un attore, in una parola, un VIP: Very Important Person. Ma attenzione che l’acquario non è una nassa, e appena suppone che l’erba (scusate: l’acqua) del vicino sia più… verde, l’aragosta non esiterà a prodursi in un salto acrobatico per tuffarsi in un altro ambiente.
Segni particolari: scarpe con suola di cuoio se uomo o tacchi a spillo se donna; questo anche e soprattutto se la giornata pubblica prevede di salire a bordo. Spesso esibisce un’eccellente oratoria dove però termini quali «canotto, gommisti, corda, parcheggio» tradiscono altre e più diverse estrazioni sportive.

LA COZZA
Profilo: la cozza è presente in ogni compagnia. Si nutre di tutte le impurità dell’ambiente, saldamente ancorata allo scoglio dei suoi princìpi. Ogni pettegolezzo, ogni allusione, ogni congettura entrano nella sue valve e lì vengono trattenute, prima di renderle all’ambiente circostante adeguatamente elaborate. Come le loro colleghe marine, le nostre cozze vivono in colonia, così che la notizia appena appresa possa essere poi resa al mondo dopo una valutazione collegiale, castigando così la pietà che potrebbe indursi nell’animo di qualche mitile. Se, per esempio, la brezza di mare sussurra loro che quest’estate non andrete in vacanza in gommone, subito il mondo apprenderà che il vostro matrimonio è in crisi al punto che vi separerete prima di luglio. Se poi una cozza vi scorgerà all’interno di una bottega di articoli nautici e un’altra allo sportello Bancomat, gli amici saranno tempestivamente informati che avete cambiato gommone e che avete già versato il primo acconto.
Segni particolari: eccessivo interesse per tutto ciò che accade attorno a loro, strane telefonate in cui prima vi chiedono la ricetta di quei meravigliosi gamberi al curry dell’altra sera e poi, improvvisamente: “Hai sentito niente di Giorgio? Sonia mi ha detto che domenica ha rotto il piede del motore… Ah no… tu non ne sai niente.. Beh, allora ciao e scusami per l’ora…”.

IL DELFINO
Profilo: allegro e spensierato anche nei momenti più neri, con lui vicino, ogni cruccio è superato con una risata, come quando la cassetta degli attrezzi non bastava a far ripartire il motore e una sua barzelletta sui meccanici della Ferrari ha smorzato la tensione del momento. Per il delfino ogni occasione è buona per giocare e l’acqua è il mezzo per conseguire il divertimento, sia che si tratti di farvi saltare sulla sua onda di scia quando vi incrocia ripetutamente la rotta, sia quando vi abborda armato della pistola ad acqua presa in prestito dal figlio dell’amico. Unico difetto è la scarsa capacità a identificare il limite oltre il quale lo scherzo diventa inopportuno, ma anche gli atteggiamenti più critici nei suoi confronti si sciolgono in una risata prima di sera.
Segni particolari: la battuta sempre pronta, anche con la pattuglia che gli ha appena contestato l’eccesso di velocità in porto; in vacanza evita accuratamente di parlare di lavoro; pur essendo un provetto nuotatore, se gli siete ormeggiati di fianco si produrrà nel più sgraziato quanto efficace tuffo, riempiendovi il gommone di acqua. Per una sorta di nemesi, condivide la vita sentimentale con un segno opposto, quale l’oloturia o il pesce rosso.

LA MURENA
Profilo: altèra, la bocca aperta pronta ad attaccare; non è certo quel che si dice un buon approccio! La murena assomma timidezza e noblesse oblige, al punto che i gommonauti più genuini, quelli a cui scappa un’imprecazione quando il cacciavite finisce nel polpastrello o un ruttino dopo una luculliana cena a base di pesce, nemmeno la considerano. E lei fa altrettanto. Incapace, per carattere, di emulare la sardina, si chiude in un isolamento a difesa del quale pone il partner, solitamente una rana pescatrice o uno squalo, più raramente un polpo, coinvolgendolo suo malgrado in questa privatissima lotta di classe. A bordo del loro gommone sono ammesse solo remore e oloturie, nell’attesa dell’improbabile visita di un’aragosta.
Segni particolari: la murena induce il partner a vestire in modo simile al suo, così da fare squadra e sentirsi più protetta dagli assalti dei rozzi gommonauti. L’allestimento del gommone è come le spider Anni ‘60, cioè 2+2, per scoraggiare lunghe permanenze di terzi. Nelle tavolate siede nelle posizioni più esterne, assicurandosi nel contempo la vicinanza di una remora a mo’ di cameriera personale. Le uniche quanto contenute effusioni le concede solo in occasione degli auguri per le feste di Natale.

IL PESCE ROSSO
Profilo: la sfiga per antonomasia. A differenza degli altri suoi simili che dispongono di tutta l’acqua del mare costui deve la sopravvivenza a pochi litri di acqua del rubinetto in una boccia di vetro. Le disavventure gli cadono addosso da sole. Se i tre gommoni che lo precedono e quello che lo segue, tutti rigorosamente in fila indiana, superano agevolmente un basso fondale, lui ci lascia l’elica; quando è il suo turno al distributore in banchina il gestore comunica che la benzina è finita; solo a lui tocca l’unica vongola che sa di petrolio. Col tempo finisce col farsene una ragione, tant’è che non si meraviglia più se il suo Gps, identico a quello che avete acquistato assieme a lui lo stesso giorno nello stesso negozio sei mesi fa, a differenza del vostro, ieri ha smesso di funzionare!
Segni particolari: lo stoicismo, assunto ormai a regola di vita, lo fa apparire distaccato dalle emozioni che la vita propone ad ogni girar d’angolo, ma è una forma di autodifesa. Per lui ogni scelta è fonte di angoscia, certo com’è che qualunque decisione prenderà sarà sbagliata; tende quindi ad affidarle a terzi, che non sempre sono in buona fede. Come chi gli ha venduto l’ultimo fuoribordo, che ha funzionato solo un mese più del Gps. All’esternazione dei vostri dubbi lui risponderà laconicamente, in un’alzata di spalle: «Ma tanto, con la sfortuna che mi ritrovo, c’era da aspettarsela…»

Garmin headerbanner 2018 dal 25 gennaio al 31 ottobre 2018
CONDIVIDI
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone
error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DE IL GOMMONE

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR