Mercury – header banner 2°
Joker Boat header banner 2020
LOMAC – header banner dal 9 settembre 2020 al 9 settembre 2021
Bwa headerbanner 2020

Tredici anni fa ci lasciava Alain Bombard

0
RAYMARINE – header banner dal 10 luglio al 10 gennaio 2021
Highfield – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 31 dicembre 2021
SUZUKI Newsbanner dal 27 maggio al 30 novembre 2020
Bwa headerbanner 2020
Joker Boat header banner 2020
Marlin Boat newsbanner dal 17 nov 2019 al 18 nov 2020
GARMIN – newsbanner dal 16 marzo al 15 dicembre 2020

Il 19 luglio del 2005 si è spense a Tolone, a ottant’anni, Alain Bombard, medico spesso contestato e pioniere della sopravvivenza in mare grazie alla straordinaria traversata dell’Oceano Atlantico compiuta, in solitario, nel 1953 e durata 65 giorni e 12 ore, senza acqua né viveri su un semplice battello pneumatico (uno Zodiac Mark III da 4,65 metri dotato di una vela), il celebre «Hérétique» (oggi conservato presso il Museo della Marina a Parigi), sopravvivendo con le sole ricchezze offerte dal mare.

Bombard, forse senza saperlo, aveva compiuto una delle imprese umane più audaci del Ventesimo secolo. Riuscì anche a dimostrare che un mezzo di salvataggio pneumatico (a quei tempi il gommone lo si intendeva solo destinato a questo scopo) opportunamente adattato poteva moltiplicare le possibilità di permanenza in vita dei naufraghi.

Da allora si appassionò alla sopravvivenza in mare, studiando i grandi nella storia e convincendosi che era possibile continuare a vivere per parecchie settimane anche bevendo semplicemente succo di pesce e nutrendosi di plancton.

Base Nautica newsbanner dal 15 febbraio al 15 aprile 2021
JUST SLIK – newsbanner dal 16 dicembre 2019 al 15 dicembre 2020
SALPA – newsbanner dal 9 gennaio 2019 al 15 gennaio 2021
Mercury – header banner 2°

Dopo questa esperienza scrisse un libro, «Naufragé volontaire» (Naufrago per scelta), che non solo ebbe una grandissima risonanza in tutto il mondo.

La sua impresa mise in evidenza la necessità di avere a bordo di navi e barche da diporto delle zattere gonfiabili di salvataggio e così la società Angevinière Marine, nel 1958, allestì i primi prototipi sulla base delle teorie di Bombard.

Per la prima volta venne omologato un mezzo di sopravvivenza e qualche anno più tardi vide la luce una gamma di battelli che portavano il nome del temerario dottore (ora di proprietà del Gruppo Zodiac Nautic): gommoni destinati prima solo per applicazioni professionali e, successivamente, anche allo svago. Bombard collaborò con la società Angevinière fino al 1978.

SCANNER newsbanner dal 8 settembre 2020 al 8 marzo 2021
LOMAC – header banner dal 9 settembre 2020 al 9 settembre 2021
CONDIVIDI
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone
Contenuto protetto

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DE IL GOMMONE

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR