Mercury Header banner dal 12 marzo 2020 al 12 marzo 2021
Yamaha – header banner dal 14 marzo al 14 marzo 2021
Bwa headerbanner 2020
LOMAC – header banner dal 9 settembre 2019 al 9 settembre 2020
Joker Boat header banner 2020
Highfield – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 31 dicembre 2020

Salone Nautico: cambia data e format per il Coronavirus ma restano molti rebus

0
GARMIN – newsbanner dal 16 marzo al 15 dicembre 2020
Bwa headerbanner 2020
MAR.CO – newsbanner dal 27 novembre al 31 maggio 2020
Marlin Boat newsbanner dal 17 nov 2019 al 18 nov 2020
TOHATSU – newsbanner dal 2 marzo al 30 settembre 2020
Joker Boat header banner 2020
Honda Marine – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 31 dicembre 2020
SUZUKI Newsbanner dal 27 maggio al 27 giugno 2020
Mercury Header banner dal 12 marzo 2020 al 12 marzo 2021
Highfield – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 31 dicembre 2020

Confindustria Nautica ha annunciato lo slittamento della data della sessantesima edizione del Salone Nautico di Genova dal 17-22 settembre al 1-6 ottobre.

In una nota diffusa ieri sera la principale associazione di categoria, che insieme alla controllata «I Saloni Nautici» organizza la manifestazione, ha fornito le ragioni di questa importante e difficile decisione.

Nel comunicato si legge che è stato deliberato «un piano per la gestione straordinaria dell’edizione 2020 del Salone Nautico di Genova che prevede la progettazione di un lay-out flessibile, adattabile ai diversi scenari post emergenza».

Base Nautica newsbanner dal 15 febbraio  al 15 settembre 2020
JUST SLIK – newsbanner dal 16 dicembre 2019 al 15 dicembre 2020
SHD – newsbanner dal 19 febbraio al 18 luglio 2020
Yamaha – header banner dal 14 marzo al 14 marzo 2021
SALPA – newsbanner dal 9 gennaio 2019 al 15 gennaio 2021
CAR-MET – newsbanner
BOCCA DI PUGLIA – newsbanner dal 6 maggio al 12 giugno 2020
SUZUKI Newsbanner dal 27 maggio al 27 giugno 2020

Nella nota si legge, inoltre, che gli Organizzatori metteranno in campo «piano di interventi mirati a prevedere e soddisfare quelle che potranno essere le disposizioni di legge in essere a ottobre, inclusa un’eventuale estensione dell’evento a nove giorni (da sabato 3 a domenica 11 ottobre) per ottimizzare i flussi di partecipazione nell’assoluto rispetto della sicurezza. A tale scopo si prevede, inoltre, la progettazione di ampi spazi di circolazione e la predisposizione di ingressi multipli».

Dunque il Salone Nautico gioca d’anticipo sui possibili rischi legati alla pandemia da Coronavirius spostando in avanti sul calendario di due settimane l’apertura della kermesse nella speranza che per quella data l’intero Paese sia ritornato a una forma di «normalità sostenibile» (libertà di movimento in primis) e che sia cessata l’emergenza sanitaria da Covid-19.

Resta, invece, da capire (ma al momento è pressoché impossibile dare una risposta) come sarà possibile conciliare un evento come il Salone Nautico, che l’anno scorso ha totalizzato 188.404 presenze, con le misure di distanziamento sociale e di protezione individuale previste dal Governo e che – a quanto si è potuto capire – rimarranno in larga misura in vigore anche nei prossimi mesi.

Ci sarà, inoltre, da comprendere se e con che modalità le aziende decideranno di partecipare all’evento (per alcune vi sono anche questioni di «policy» sulle sicurezza dei lavoratori), sia esso distribuito su sei oppure nove giorni, quindi con due week-end.

Se oggi, infatti, dobbiamo fare i conti con l’emergenza sanitaria, tra non molto (ma già adesso) bisognerà affrontare l’altrettanto difficile sfida con l’emergenza economica e, forse, non tutte le aziende avranno le risorse necessarie per partecipare al Salone.

Inoltre, c’è da chiedersi se per quella data saranno riaperte le frontiere (almeno quelle d’Europa) e se verranno ripristinati i collegamenti aerei e ferroviari, se saranno riaperti gli alberghi, i ristoranti, eccetera.

L’unico buona novella è che per ottobre sarà riaperto il Ponte Morandi, quindi i collegamenti ovest-est della città non saranno più un problema.

Infine – ed è un aspetto da non sottovalutare – c’è la questione psicologica e la paura del contagio che convivrà con le nostre abitudini quotidiane e il nostro stile di vita per lungo tempo.

Qualcuno, per esempio, si arrischierà a toccare una barca, un gommone o un fuoribordo? Cammineremo per la fiera con guanti, mascherina e disinfettante in mano? E sui gommoni in acqua come dovremo regolarci? Uno a prua, l’altro a poppa? Insomma, qualche interrogativo dobbiamo porcelo.

Resta, comunque, il fatto, che il Salone Nautico di Genova è essenziale per la ripartenza del settore, quindi ben venga ogni soluzione che permetta alla nautica di ritornare ad avere quel ruolo centrale nell’economia del Paese.

LOMAC – header banner dal 9 settembre 2019 al 9 settembre 2020
CONDIVIDI
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DE IL GOMMONE

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR