Yamaha – header banner dal 1 settembre al 14 marzo 2020
Bwa headerbanner 2020
LOMAC – header banner dal 9 settembre 2019 al 9 settembre 2020
Joker Boat header banner 2020
MONDOMARE – newsbanner dal 14 novembre al 2 febbraio 2020
Mercury Header banner dal 12 marzo 2019 al 12 marzo 2020

Il parlamento francese dà ragione all’industria nautica. L’eco-tassa può aspettare (almeno un anno)

0
MAR.CO – newsbanner dal 27 novembre al 31 maggio 2020
Bwa headerbanner 2020
Joker Boat header banner 2020
Mercury Header banner dal 12 marzo 2019 al 12 marzo 2020
Marlin Boat newsbanner dal 17 nov 2019 al 18 nov 2020
Honda Marine – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 31 dicembre 2020
Highfield – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 31 dicembre 2020

Il parlamento francese dà ragione alla Federazione dell’industria nautica sulla questione scoppiata qualche giorno fa a proposito dell’istituzione di una filiera per lo smaltimento delle vecchie imbarcazioni e l’introduzione di una tassa per finanziarla.

Ora, però, spetterà al Governo e, soprattutto, al ministro dell’ecologia Ségolène Royal, decidere se, nonostante il parere sfavorevole di Senato e Assemblea Nazionale, vorrà adottare lo stesso a partire dal 1° gennaio 2017 la discussa «eco-tassa» da applicare sull’acquisto di un’imbarcazione nuova per finanziare la rottamazione e il riciclaggio delle imbarcazioni a fine vita.

Secondo la Federazione francese dell’industria nautica (FIN) l’immediata adozione del provvedimento metterebbe a rischio il settore nautico con ripercussioni importanti sulle vendite, recentemente già sotto tono.

Base Nautica newsbanner dal 15 febbraio  al 15 settembre 2020
Yamaha – header banner dal 1 settembre al 14 marzo 2020
SUZUKI Newsbanner dal 16 maggio al 16 aprile 2020
MONDOMARE – newsbanner dal 14 novembre al 2 febbraio 2020
SCANNER newsbanner dal 21 marzo al 21 settembre 2019
JUST SLIK – newsbanner dal 16 dicembre 2019 al 15 dicembre 2020

Il presidente della FIN Yves Lyon-Caen, in una lettera inviata all’Assemblea Nazionale e al Senato, ha detto che la Federazione è pronta a fare la sua parte nella creazione di una filiera strutturata ed economicamente sostenibile. Non a caso già dal 2009 è stato creato un organismo ad hoc.

Anche la «Confédération du Nautisme et de la Plaisance» – cioè la federazione che raggruppa le principali associazioni del settore nautico: tra queste figura la FIN, cioè l’equivalente di Ucina – Confindustria Nautica in Italia, le società dei porti turistici, dei pescatori sportivi, dei subacquei, le scuole di vela, la federazione sportiva di motonautica, le associazioni dei diportisti, degli operatori dello yachting, delle canoe e kajak e i club nautici – si è detta soddisfatta della decisione.

Ora, però, la Confederazione (che rappresenta 5.000 aziende e 40 mila dipendenti) chiede al Governo di rispettare la volontà del Parlamento. E, di conseguenza, di posticipare al 1° gennaio 2018 l’entrata in vigore della «eco-tassa».

L’Unione Europea ha già da tempo legiferato in materia; la Direttiva 2008/98/CE (entrata in vigore nel dicembre del 2010) ha regolamentato chiaramente le attività da effettuare per un corretto smaltimento della vetroresina e, nel particolare caso delle imbarcazioni, ha imposto che i costi dello smaltimento siano a carico dei cantieri costruttori.

LOMAC – header banner dal 9 settembre 2019 al 9 settembre 2020
CONDIVIDI
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone
error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DE IL GOMMONE

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR