Garmin headerbanner dal 1 aprile al 31 ottobre 2017
ZarMini – headerbanner dal 28 marzo al 30 settembre 2017
Joker Boat header 2017
Bwa headerbanner
Yamaha header torta dal 1 giugno al 31 luglio 2017

Ocean Rib Experience: presentazione ufficiale il 23 marzo a Palermo

0
Zodiac newsbanner dal 1 giugno al 30 novembre 2017
Base Nautica newsbanner dal 2 febbraio al 30 giugno 2017
Brunswick Marine newsbanner 2017
Marlin Boat newsbanner dal 17 nov 2016 al 18 nov 2017

Giovedì 23 marzo, alle ore 11.00, presso il Marina Arenella di Palermo, sarà presentato ufficialmente «Ocean Rib Experience», il raid transoceanico in gommone che porterà Sergio Davì da Palermo fino a Recife, in Brasile, dopo un viaggio di quasi 4.500 miglia e 25 giorni di navigazione.

All’incontro parteciperanno, oltre al team leader della spedizione Sergio Davì, il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, Frabrizio Micari, Rettore dell’Università degli Studi di Palermo, Paolo Ilariuzzi, Direttore Commerciale di Suzuki Marine Italia e Annalisa Gargiulo, responsabile di Master gommoni (Tecnobat).

Durante la presentazione sarà svelato il battello che si accinge a effettuare il raid, ovvero il Master 996 motorizzato con una coppia di Suzuki 4T da 200.

Questo battello appartiene alla serie «Magnum» (la versione del dieci metri di Casa Master con la vetroresina che sormonta parzialmente i tubolari) ed è stato configurato con un particolare allestimento della coperta per stivare fino a 2.800 litri di carburante e ospitare, in una cabina derivata dal modello 970 Emotion, i due membri dell’equipaggio.

La distribuzione della benzina avverrà in due serbatoi fissi in acciaio da 500 litri ciascuno posti al centro del battello, mentre il resto della riserva sarà suddiviso in più taniche amovibili in polietilene.

In tal modo si pensa di poter sostenere – con un sufficiente margine di sicurezza – i consumi dei due Suzuki DF200 AP (peraltro piuttosto bassi, motivo che ha spinto Sergio Davì a scegliere queste unità) nel tratto più lungo della traversata, ovvero le 1.250 miglia che separano le Isole di Capo Verde dall’arcipelago Fernando de Noronha, avamposto terrestre prima della meta finale del viaggio che dista altre 300 miglia circa.

Il crono-programma prevede, inoltre, un check-up del battello e dei fuoribordo alle Canarie dove verrà tirato a secco e controllato dai tecnici della Suzuki prima di affrontare la prima lunga tappa di 800 miglia fino alle Isole di Capo Verde. Per Sergio Davì si tratta della quarta missione del gommonauta palermitano.

Dopo le precedenti avventure che lo hanno già visto protagonista nel 2010 con la Palermo-Amsterdam (3000 miglia), nel 2012 con la Palermo-Capo Nord (oltre 4000 miglia) e nel 2015 con la Palermo-Rio de Janeiro (interrottasi a Lanzarote per un improvviso incendio a bordo).

Tohatsu Newsbanner 2017
Yamaha newsbanner soggetto 40CV dal 1 giugno al 1 febbraio 2018
Scanner newsbanner
Blink newsbanner dal 17 marzo 2017 al 17 gennaio 2018
CONDIVIDI
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone

Lascia un commento

risolvi l'enigma... Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone