LOMAC – header banner dal 9 settembre 2019 al 9 settembre 2020
Mercury – header banner 2°
Joker Boat header banner 2020
Bwa headerbanner 2020

Mayday: come gestire l’emergenza a bordo

0
TOHATSU – newsbanner dal 2 marzo al 30 settembre 2020
GARMIN – newsbanner dal 16 marzo al 15 dicembre 2020
Mercury – header banner 2°
Honda Marine – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 31 dicembre 2020
Highfield – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 31 dicembre 2020
Joker Boat header banner 2020
RAYMARINE – header banner dal 10 luglio al 10 ottobre 2020
Bwa headerbanner 2020
Marlin Boat newsbanner dal 17 nov 2019 al 18 nov 2020
SUZUKI Newsbanner dal 27 maggio al 27 agosto 2020

Non è ignorandole che le cose non accadono. Dunque, pur augurandoci sinceramente che non veniate mai a trovarvi in una situazione di pericolo, il consiglio che ci sentiamo di darvi è di prevenire. Se, tuttavia, le precauzioni non dovessero bastare, ripassiamo brevemente che cosa fare in caso di emergenza.

Prima di tutto, se uscite in mare da soli, abbiate cura di comunicare il vostro itinerario a qualcuno a terra (il padrone di casa, un vicino, un amico) in modo che quest’ultimo, se non vi vedesse tornare, possa lanciare l’allarme. Il «numero blu» della Guardia Costiera da contattare per le emergenze è il 1530.

E’ raggiungibile sia da rete telefonica fissa sia da cellulare e collega alla centrale operativa dei servizi SAR (Search and Rescue).

Base Nautica newsbanner dal 15 febbraio al 15 aprile 2021
JUST SLIK – newsbanner dal 16 dicembre 2019 al 15 dicembre 2020
SALPA – newsbanner dal 9 gennaio 2019 al 15 gennaio 2021
CAR-MET – newsbanner
SUZUKI Newsbanner dal 27 maggio al 27 agosto 2020

Bisogna comunicare la propria posizione (attivare il Gps e il punto nave), caratteristi che del mezzo, il tipo di problema, il numero delle persone imbarcate. Si può chiedere soccorso anche attraverso i canali 16 o 70 del Vhf, lanciando un messaggio preceduto da «Mayday» formulato tre volte, più il nome del mezzo e il tipo di avaria; si ripete a intervalli fino ad avere conferma della ricezione.

Se le avete già tentate tutte senza successo (compreso l’uso dei segnali fumogeni, eccetera), c’è sempre il tasto «Dsc» del Vhf che, lo ricordiamo, è da usare esclusivamente se siete in reale pericolo.

Che cosa fare, infine, se l’emergenza non riguarda voi? Purtroppo, in questi ultimi tempi può essere tutt’altro che raro avvistare un «barcone» o un maxi-gommone carico di migranti alla deriva nel Mediterraneo.

Secondo il Codice della Navigazione (art. 489) siete obbligati a prestare soccorso purché non mettiate in pericolo la vostra unità e il vostro equipaggio. Nel caso sopra descritto, per esempio, potrebbero essere molte le persone da aiutare: un gommone di medie dimensioni non potrebbe mai accoglierne un gran numero.

La prima cosa da fare, quindi, è lanciare l’SOS via 1530 o sul canale 16 del Vhf. A quel punto darete tutte le informazioni utili alla Guardia Costiera e saranno loro a darvi istruzioni in merito, chiedendovi di restare sul luogo oppure di allontanarvi o, in caso di uomini in mare, potrebbe anche esservi richiesto di lanciare in acqua i vostri mezzi di salvataggio (zattere, salvagente, anulare, eccetera).

L’importante è non perdere la calma e allertare subito i soccorsi.

LOMAC – header banner dal 9 settembre 2019 al 9 settembre 2020
CONDIVIDI
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone
Contenuto protetto

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DE IL GOMMONE

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR