Mercury header dal 1 maggio al 31 maggio 2017
Zodiac header dal 1 novembre al 30 novembre 2016
Joker Boat header 2017
ZarMini – headerbanner dal 28 marzo al 30 settembre 2017
Garmin headerbanner dal 1 aprile al 31 ottobre 2017
Bwa headerbanner

L’Editoriale

Lo scorso 1° aprile è cominciato il Giro d’Italia con un battello pneumatico organizzato dal Club del Gommone di Milano e patrocinato da Ucina – Confindustria Nautica, Regione Lombardia e Federazione Italiana Motonautica. La partenza è avvenuta dalla Darsena del Salone Nautico di Genova alla presenza di tanti soci del sodalizio, autorità, esponenti delle associazioni di categoria e stampa.

Molti di voi verosimilmente hanno seguito quotidianamente la circumnavigazione dello Stivale attraverso la pagina Facebook della nostra rivista o dello storico circolo milanese. Un’impresa che, giorno dopo giorno, ha appassionato sempre più diportisti e che si concluderà il prossimo 6/7 maggio nella Darsena di Milano (il «porto» del Capoluogo lombardo), in occasione della fiera galleggiante «NavigaMI», con l’approdo del battello protagonista del Giro per il meritato tributo del pubblico.

Vogliamo dedicare l’editoriale di questo numero a quest’evento non soltanto per l’iniziativa in sé (altri gommonauti in questi anni si sono cimentati in sfide di gran lunga più ardite), ma soprattutto perché ci ha permesso di ritornare a parlare di nautica, di quella che piace a noi, fatta di tanta passione e divertimento. Il Giro d’Italia a staffetta, infatti, ha coinvolto dieci piloti «normali», gente che ama il mare e il gommone, ma che per guadagnarsi da vivere fa un altro mestiere (l’artigiano, il professionista, il dirigente, il medico) o è un lavoratore in pensione. Tutte persone che non possono definirsi «superman», quanto piuttosto uomini che hanno voglia di svagarsi, al pari dei tanti lettori che seguono mensilmente la nostra rivista o le nostre pagine social. E’ così da quando, nel lontano 1977, uscì il primo numero de «Il Gommone», che proprio in questi giorni festeggia i suoi primi quarant’anni.

Quello che più ha reso interessante e appassionante questo Giro d’Italia è stata la voglia di misurarsi in un’impresa tutt’altro che impossibile per la maggior parte di chi va abitualmente in gommone. L’obiettivo del Club milanese è, infatti, quello di dimostrare che non serve un costoso maxi-rib da 7 o più metri con duecento cavalli per fare qualcosa di «straordinario» come la circumnavigazione dell’Italia: basta un po’ di preparazione e attenersi ad alcune elementari regole di sicurezza (per esempio, lo stacco sempre allacciato, consultare i bollettini meteo prima di partire e il giubbotto di salvagente indossato), per mettersi alla guida di un semirigido di soli cinque metri e togliersi tante, tantissime soddisfazioni. E il battello pneumatico, grazie alle sue straordinarie peculiarità che lo classificano come il mezzo più facile e sicuro per navigare, ha fatto la sua parte dimostrando, ancora una volta, di essere capace di affrontare anche lunghe crociere con costi di gestione contenuti, grazie a un fuoribordo 4 tempi di ultima generazione che consuma pochissimo e richiede solo piccole attenzioni.

Interessante, dunque, l’idea di un Giro d’Italia avvalendosi di un package gommone-motore alla portata di tutti, che costa come una city car e può essere guidato anche senza patente nautica: una proposta allettante per risvegliare la voglia di abbandonare le spiagge affollate e partire alla scoperta di baie tranquille e delle bellezze delle nostre coste, isole, laghi e fiumi compresi!
In queste settimane, seguendo le tappe dei dieci piloti del Club del Gommone attraverso il «diario di bordo» quotidianamente diffuso via Internet, è ricomparsa in tutti noi quella voglia di nautica semplice, vera, passionale, fatta pure di piccole cose che forse in questi ultimi anni avevamo un po’ smarrito.

Vorremmo che questa energia positiva che il Club del Gommone ha saputo regalarci in questi trenta giorni si riverberasse anche nell’industria nautica italiana e nelle Istituzioni, troppo spesso affaccendate in battaglie di potere e in sterili polemiche.
Buona navigazione a tutti!

 

 

CONDIVIDI
error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone