Yamaha – header banner dal 14 marzo al 14 marzo 2021
Mercury Header banner dal 12 marzo 2020 al 12 marzo 2021
LOMAC – header banner dal 9 settembre 2019 al 9 settembre 2020
Bwa headerbanner 2020
Joker Boat header banner 2020

L’ABC del gommone: guidare a barra, sembra facile ma….

0
Marlin Boat newsbanner dal 17 nov 2019 al 18 nov 2020
Highfield – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 31 dicembre 2020
Joker Boat header banner 2020
TOHATSU – newsbanner dal 2 marzo al 30 settembre 2020
GARMIN – newsbanner dal 16 marzo al 15 dicembre 2020
Honda Marine – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 31 dicembre 2020
Bwa headerbanner 2020
MAR.CO – newsbanner dal 27 novembre al 31 maggio 2020

Cinquant’anni fa era il sistema più diffuso per guidare un gommone. Poi con l’arrivo dei maxi-rib e delle timonerie meccaniche e idrauliche, la vecchia, sana abitudine di «andare a barra» è andata scemando.

Ma per chi è al primo, piccolo «pneumatico» conoscere i trucchi per navigare in sicurezza è importante.

Partiamo da una premessa indispensabile: a meno che non abbiate le braccia di Rambo, è difficile guidare a barra un motore che superi i 30-35 cavalli di potenza.

Base Nautica newsbanner dal 15 febbraio  al 15 settembre 2020
SCANNER newsbanner dal 21 marzo al 21 settembre 2019
JUST SLIK – newsbanner dal 16 dicembre 2019 al 15 dicembre 2020
SHD – newsbanner dal 19 febbraio al 18 luglio 2020
Yamaha – header banner dal 14 marzo al 14 marzo 2021

Il limite di legge, tra l’altro, è fissato a 40,8 hp (30 kW), ma già sopra i 30, specie se non siete atleti, non ve lo consigliamo, perché lo stesso effetto rotativo dell’elica tira da una parte e ogni virata in accelerazione comporta un bell’impiego di muscoli.

La barra riunisce in se il principio di un timone tradizionale (di un gozzo, di una deriva, di una lancia a vela o motore: dove la pala del timone stesso è sostituita dal fuoribordo con il suo piede e la sua elica brandeggiabile a dritta e a sinistra) al quello della manopola dell’acceleratore, ruotando la quale si da «gas» o si diminuisce.

In un fuoribordo moderno la barra raccoglie anche un interruttore di sicurezza a strappo (il famoso braccialetto), da legarsi sempre al polso di guida, che in caso di caduta stacca immediatamente l’impianto elettrico e spegne il motore.

Se siete alle prime armi e desiderate leggere l’articolo completo – per cominciare a prendere dimestichezza con il vostro nuovo fuoribordo (magari, visti i tempi che corrono, nel garage di casa «simulando» la navigazione e prendendo cognizione dei principali dispositivi di cui è dotato) – potete richiedere alla nostra redazione il PDF dell’articolo completo, pubblicato sul fascicolo n. 251 – agosto 2006.

LOMAC – header banner dal 9 settembre 2019 al 9 settembre 2020
CONDIVIDI
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone
error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DE IL GOMMONE

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR