TOHATSU – newsbanner dal 2 marzo al 30 settembre 2020
MARSHALL – newsbanner dal 22 febbraio 2021 al 21 febbraio 2022
Bwa headerbanner 2021
NOVAMARINE – newsbanner dal 8 febbraio al 7 maggio 2021
LOMAC – header banner dal 9 settembre 2020 al 31 dicembre 2021
Joker Boat header banner 2021
Mercury Header banner dal 12 marzo 2020 al 12 marzo 2022
Yamaha – header banner dal 1 aprile al 31 maggio 2021

La Francia annulla le tasse sulla nautica causa Covid

0
Bwa headerbanner 2021
Yamaha – header banner dal 1 aprile al 31 maggio 2021
TOHATSU – newsbanner dal 2 marzo al 30 settembre 2020
Highfield – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 31 dicembre 2021
MARSHALL – newsbanner dal 22 febbraio 2021 al 21 febbraio 2022
NOVAMARINE – newsbanner dal 8 febbraio al 7 maggio 2021
Marlin Boat newsbanner dal 17 nov 2019 al 18 nov 2021

Secondo alcuni organi di stampa francesi, il Governo sarebbe intenzionato ad abolire per il 2021 tutte le tasse che gravano sulle imbarcazioni da diporto.

La decisione, attesa nei prossimi giorni, è maturata per il fatto che i numerosi lockdown (uno attualmente in corso che si protrarrà almeno fino alla fine di aprile), attuati per contenere la pandemia da Coronavirus, hanno impedito ai diportisti di utilizzare le proprie imbarcazioni.

Bisogna ricordare che questa tassa, nota come DAFN (Droit Annuel de Francisation et de Navigation), è dovuta dai proprietari di imbarcazioni da diporto o sportive sotto bandiera francese, per l’utilizzo in acque marittime.

SALPA – newsbanner dal 9 gennaio 2019 al 15 gennaio 2022
Mercury Header banner dal 12 marzo 2020 al 12 marzo 2022
Joker Boat header banner 2021
AVILA – newsbanner dal 11 febbraio 2021 al 10 febbraio 2022
YACHT SINERGY – newsbanner dal 12 febbraio al 11 agosto 2021
SHD – newsbanner dal 25 febbraio al 25 luglio 2021
GARMIN – newsbanner dal 9 marzo al 9 dicembre 2021
RAYMARINE – newsbanner dal 1 APRILE al 31 dicembre 2021
SUZUKI Newsbanner dal 8 aprile 2021 al 8 aprile 2022
LOMAC – header banner dal 9 settembre 2020 al 31 dicembre 2021

La tassa dal 2013 è stata estesa anche alle moto d’acqua, per le quali la «francesizzazione» (atto che conferisce al natante il diritto di battere la bandiera della Repubblica francese) è richiesta oltre una certa potenza.

Per tutte le imbarcazioni (barche, gommoni, yacht) la base imponibile è basata sulla lunghezza dello scafo (oltre i 7 metri fuori tutto) e sulla potenza amministrativa (quelli che in Italia chiamiamo «cavalli fiscali») del motore (oltre i 5 hp).

Per i diportisti che hanno già provveduto a pagare la tassa, il Governo dovrebbe prevedere un sistema di rimborso – non appena il decreto sarà pubblicato nella Gazzetta ufficiale – secondo un criterio ancora in corso di definizione.

SCANNER newsbanner dal 8 settembre 2020 al 7 ottobre 2021
CONDIVIDI
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone
Contenuto protetto

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DE IL GOMMONE

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR