Joker Boat header banner 2020
MONDOMARE – newsbanner dal 14 novembre al 2 febbraio 2020
LOMAC – header banner dal 9 settembre 2019 al 9 settembre 2020
RAYMARINE – header banner dal 10 settembre al 31 dicembre 2019
Yamaha – header banner dal 1 settembre al 14 marzo 2020
Bwa headerbanner 2019
Wendt Agenturen – header banner dal 24 settembre al 31 dicembre 2019
Mercury Header banner dal 12 marzo 2019 al 12 marzo 2020

Fuoribordo: che cos’è il rapporto di riduzione?

0
Joker Boat header banner 2020
Mercury Header banner dal 12 marzo 2019 al 12 marzo 2020
Bwa headerbanner 2019
Highfield – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 31 dicembre 2020

Quando acquistiamo un motore guardiamo soprattutto alcuni dati tecnici, come la cubatura, il numero dei cilindri e il peso. Sono molti meno, invece, i gommonauti che prestano attenzione al rapporto di riduzione (o di trasmissione), una voce che influenza in maniera significativa sulle prestazioni del fuoribordo.

Il rapporto di riduzione (Gear Ratio) è il rapporto tra la velocità dell’albero motore in ingresso e quello di uscita, a cui è collegata l’elica.

Per fare un esempio, se il regime massimo del motore è 6.000 giri/min e l’elica gira a 3.000 giri/min, il Gear Ratio è 6.000:3.000=2. Si usa quindi comunemente definire il rapporto come 2,00:1. Da qui si deduce che la velocità di rotazione dell’elica è data dal rapporto tra numero di giri del motore e riduzione.

Honda Marine – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 31 dicembre 2019
Base Nautica newsbanner dal 14 dicembre al 14 luglio 2019
Yamaha – header banner dal 1 settembre al 14 marzo 2020
Wendt Agenturen – header banner dal 24 settembre al 31 dicembre 2019
SUZUKI Newsbanner dal 16 maggio al 16 aprile 2020
MONDOMARE – newsbanner dal 14 novembre al 2 febbraio 2020

Sempre riferendosi all’esempio precedente, si ha 6.000:2,00 = 3.000 giri. Se il rapporto di riduzione fosse 1:85:1, l’elica girerebbe a 3.243 giri, se il Gear Ratio fosse 2,5:1 girerebbe a 2.400 giri.

Per convenzione il rapporto di 2:1 fa da spartiacque tra valori di riduzione inferiori, detti «lunghi», che di solito arrivano a 1,75:1 (sui fuoribordo racing e sul mastodontico Seven Marine si spingono oltre, ma quest’ultimo ha la possibilità di utilizzare diversi «Gear Ratio»), e rapporti «corti», che di norma arrivano un po’ oltre 2.5:1 (il valore più elevato si può trovare nell’Evinrude E-Tec 40 bicilindrico da 864 cc, che raggiunge addirittura 2.9:1).

Per realizzare in pratica questo rapporto, come detto, si utilizza una coppia di ingranaggi conici per cui non è possibile eccedere con la riduzione, poiché il sistema (la riduzione è anche funzione del rapporto dei diametri degli ingranaggi) avrebbe un ingombro eccessivo per essere contenuto nel piede e assicurare una buona idrodinamicità.

Per ovviare a questo aspetto, certi costruttori che preferiscono utilizzare elevati «Gear Ratio» (per esempio Suzuki), utilizzando due riduzioni, una direttamente a valle del motore e l’altra sul piede, permettendo di contenere gli ingombri dell’ogiva.

Se volete leggere l’artcolo completo, pubblicato sul fascicolo n. 370 – Luglio 2018 – potete richiedere il PDF cliccando qui.

SALPA – newsbanner dal 9 gennaio 2019 al 15 gennaio 2020
CONDIVIDI
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone
error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DE IL GOMMONE

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR