LOMAC – header banner dal 9 settembre 2019 al 9 settembre 2020
RAYMARINE – header banner dal 10 settembre al 31 dicembre 2019
Mercury Header banner dal 12 marzo 2019 al 12 marzo 2020
Wendt Agenturen – header banner dal 24 settembre al 31 dicembre 2019
Joker Boat header banner 2020
Yamaha – header banner dal 1 settembre al 14 marzo 2020
Bwa headerbanner 2019

Il flop di Yachting in Venice: incidente di percorso o strategia sbagliata?

0
Mercury Header banner dal 12 marzo 2019 al 12 marzo 2020
Bwa headerbanner 2019
Highfield – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 31 dicembre 2020
Joker Boat header banner 2020

Come ormai tutti sanno, lo «Yachting in Venice» non si farà, affondato ancor prima del varo, complice la «situazione di criticità» di Expo Venice, partner di Ucina-Confindustria Nautica (tramite «I Saloni Nautici», controllata al 100% da Ucina e guidata da Anton Francesco Albertoni) nell’organizzazione della manifestazione.

Già da alcune settimane, infatti, circolavano voci sulle difficoltà economiche in cui versava l’azienda veneta e su uno sfratto esecutivo per morosità intimato dal Tribunale di Venezia per l’utilizzo del padiglione Pala ExpoVenice di Marghera, che avrebbe dovuto accogliere la piccola nautica.

Secondo quanto riportato sui giornali locali a provocare il grave dissesto finanziario della società fieristica della città di Venezia sarebbe stato il fiasco della mostra «Aquae», un’iniziativa espositiva collaterale all’Expo 2015 di Milano, che tra maggio e ottobre dell’anno scorso non è riuscita ad attirare che poche migliaia di visitatori (circa 90 mila contro gli 800 mila previsti!), spingendo le aziende che esponevano nel padiglione ad andarsene addirittura prima del tempo.

Honda Marine – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 31 dicembre 2019
Base Nautica newsbanner dal 14 dicembre al 14 luglio 2019
Yamaha – header banner dal 1 settembre al 14 marzo 2020
Wendt Agenturen – header banner dal 24 settembre al 31 dicembre 2019
SUZUKI Newsbanner dal 16 maggio al 16 aprile 2020

Ma nella decisione di annullare lo «Yachting in Venice» è forse pesato anche il numero di adesioni (espositori) al di sotto delle aspettative, che di certo non avrebbe dato all’evento quell’immagine dell’industria nautica italiana che i promotori si erano prefissati come obiettivo.

Resta ora da capire quale strategia vorrà intraprendere la società «I Saloni Nautici» per il futuro. Tra l’altro, nell’indifferenza generale, è stato cancellato anche un altro evento in calendario per la primavera, vale a dire il «Salone dell’Usato», che si sarebbe dovuto tenere a Genova dal 1° al 10 aprile.

E rimangono aperti pure diversi interrogativi sul ben più importante 56° Salone Nautico in programma nel Capoluogo ligure dal 20 al 25 settembre, una data insolita e criticata da una parte degli espositori della piccola nautica.

Sulla kermesse ligure vi sono diverse controversie legate all’utilizzo delle marine e, soprattutto, sull’operatività della Fiera (tutti i quaranta dipendenti sono in mobilità), un ente ormai alla deriva, senza un piano industriale (anche la prestigiosa rassegna Euroflora ha dato forfait: se ne riparlerà addirittura nel 2018!) e avviato inesorabilmente verso la messa in liquidazione con il suo carico di debiti.

Nella vicenda dello «Yachting in Venice» la nautica italiana ha fatto una figuraccia, inutile girarsi intorno. C’è bisogno di ripartire con un piano fieristico affidabile, credibile e, soprattutto, sostenibile; serve un partner forte che aiuti il settore a rilanciarsi in Italia e in Europa.

La soluzione è sotto gli occhi di tutti (rileggetevi – se volete – l’editoriale di marzo… trovate la risposta!), ma qualcuno si ostina ancora a non volerla vedere.

SALPA – newsbanner dal 9 gennaio 2019 al 15 gennaio 2020
CONDIVIDI
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone
error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DE IL GOMMONE

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR