Yamaha – header banner dal 1 settembre al 14 marzo 2020
Bwa headerbanner 2019
MONDOMARE – newsbanner dal 14 novembre al 2 febbraio 2020
Mercury Header banner dal 12 marzo 2019 al 12 marzo 2020
Wendt Agenturen – header banner dal 24 settembre al 31 dicembre 2019
RAYMARINE – header banner dal 10 settembre al 31 dicembre 2019
Joker Boat header banner 2020
LOMAC – header banner dal 9 settembre 2019 al 9 settembre 2020

Flap, pinne, bracket e power-lift: servono davvero per migliorare le prestazioni?

0
Highfield – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 31 dicembre 2020
Mercury Header banner dal 12 marzo 2019 al 12 marzo 2020
Joker Boat header banner 2020
Bwa headerbanner 2019

Sempre più spesso si vedono navigare gommoni equipaggiati di appendici idrodinamiche di ogni tipo, ma servono davvero o sono solo un palliativo? Non esistono soluzioni più semplici per risolvere i problemi di assetto?

Teoricamente ogni gommone dovrebbe essere stato progettato e costruito per poter navigare con assetto perfetto, almeno con le motorizzazioni consigliate dal costruttore.

Rispondono a questa caratteristica la maggior parte dei battelli oggetto dei nostri test, di solito dotati di motori di peso e potenza ideali ed equipaggiati con poche attrezzature, senza carichi aggiuntivi che possano compromettere le caratteristiche di progetto.

Honda Marine – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 31 dicembre 2019
Base Nautica newsbanner dal 14 dicembre al 14 luglio 2019
Yamaha – header banner dal 1 settembre al 14 marzo 2020
Wendt Agenturen – header banner dal 24 settembre al 31 dicembre 2019
SUZUKI Newsbanner dal 16 maggio al 16 aprile 2020
MONDOMARE – newsbanner dal 14 novembre al 2 febbraio 2020

La scelta di propulsori diversi (ad esempio una doppia motorizzazione) o l’aggiunta di strutture e pesi rilevanti (roll-bar, bombole eccetera) può causare inconvenienti di vario tipo come la difficoltà di planata, l’eccessivo delfinamento, prestazioni poco brillanti o problemi di navigazione con mare mosso.

Solo raramente i guai sono da addebitarsi a gravi errori di progettazione del gommone. In tutti i casi le soluzioni sono due: cambiare battello o modificarne l’assetto per ripristinare le migliori condizioni di navigazione.

Un gommone perfettamente bilanciato dovrebbe navigare con un angolo di incidenza (angolo formato dalla linea di chiglia e dalla superficie d’acqua) di circa 4-5 gradi.

In questa condizione si ha la minima resistenza all’avanzamento, le onde si affrontano meglio, il beccheggio provocato dal moto ondoso viene ridotto al minimo ed il battello tende a ritrovare da solo la condizione di massima stabilità.

In realtà capita frequentemente di vedere navigare gommoni fuori assetto e spesso la causa è imputabile ad una condotta sbagliata che vanifica gli sforzi compiuti dal costruttore per offrire un buon mezzo. Il più semplice ed efficace accorgimento da adottare è la corretta distribuzione dei pesi a bordo.

Occorre assegnare alle attrezzature stabilmente presenti a bordo una posizione che consenta di raggiungere un angolo di incidenza della carena vicino a quello ideale. Se lo spostamento dei materiali non è sufficiente a riequilibrare il gommone si può intervenire sulla posizione del serbatoio, della batteria e, infine, sulla sistemazione delle persone.

Sulle imbarcazioni da diporto è sempre consigliabile ricercare la soluzione ai problemi di assetto attraverso questi espedienti, prima di ricorrere all’uso dei flap.

SALPA – newsbanner dal 9 gennaio 2019 al 15 gennaio 2020
CONDIVIDI
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone
error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DE IL GOMMONE

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR