Mercury newsbanner dal 12 marzo 2019 al 12 marzo 2020
Bwa headerbanner 2019
Pennel&Flipò – Header banner dal 3 aprile al 3 ottobre 2019
Yamaha – header banner dal 15 al 21 luglio 2019
Brin Mar – header banner dal 1 maggio al 31 agosto 2019
Joker Boat header banner 2019
Garmin headerbanner 2019 dal 16 gennaio al 31 ottobre 2019

Dimensionare i fusibili per le utenze di bordo

0
Marlin Boat newsbanner dal 17 nov 2017 al 18 nov 2019
Mercury newsbanner dal 12 marzo 2019 al 12 marzo 2020
Bwa headerbanner 2019
Joker Boat header banner 2019
Highfield – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 18 dicembre 2019

Il fusibile, come ormai molto sanno, serve per proteggere l’impianto elettrico da un cortocircuito o da un eccessivo assorbimento di corrente, in modo da evitare danni peggiori alle apparecchiature o allo stesso impianto.

Ad ogni fusibile dovrebbe essere collegata una sola linea di alimentazione e, quindi, una sola utenza. In caso contrario diventa più difficile ricercare eventuali guasti e, inoltre, un apparato può mettere fuori uso l’altro, collegato sulla stessa valvola. Inoltre, se si collegano due apparati di diverso assorbimento allo stesso fusibile, può accadere che il fusibile non sia in grado di proteggerli entrambi adeguatamente.

Per esempio, il Gps/plotter, che assorbe in media 0,6 A, può essere protetto con un fusibile da 2 A, mentre il Vhf, che in trasmissione assorbe circa 3,5 A, deve essere protetto con un fusibile da 7 A.

Honda Marine – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 31 dicembre 2019
TOHATSU – newsbanner dal  11 febbraio al 30 settembre 2019
Brin Mar – header banner dal 1 maggio al 31 agosto 2019
Pennel&Flipò – Header banner dal 3 aprile al 3 ottobre 2019
Garmin headerbanner 2019 dal 16 gennaio al 31 ottobre 2019
Base Nautica newsbanner dal 14 dicembre al 14 luglio 2019
SCANNER newsbanner dal 21 marzo al 21 settembre 2019
SUZUKI Newsbanner dal 16 maggio al 16 aprile 2020
OSCULATI – newsbanner dal 27 giugno al 30 settembre 2019
Yamaha – header banner dal 15 al 21 luglio 2019

Se li colleghiamo insieme, sul fusibile più grande, il Gps sarà protetto con un fusibile troppo «robusto» rispetto al suo normale assorbimento ed un eventuale aumento dei consumi, premonitore di un guasto più grave, non verrebbe prontamente segnalato con la rottura del fusibile.

Ovviamente, se utilizzassimo per entrambi il fusibile da 2 A esso salterebbe ogni volta che mandiamo in trasmissione il Vhf.

La scatola fusibili
Alcuni apparati elettronici sono dotati di propri fusibili interni, ma ciò non è sufficiente a proteggere il circuito di alimentazione.

I fusibili «volanti», che talvolta vengono forniti in dotazione, sono da evitare perché sottoposti a stress meccanico (generalmente restano penzolanti) e facilmente ossidabili (non sono «marinizzati»). Meglio realizzare gli impianti con tutti i fusibili riuniti in una sola scatola ed ovviamente opportunamente dimensionati.

Per praticità, le «valvoline» dovrebbero essere tutte dello stesso tipo, in modo che uno stesso fusibile di scorta possa essere adoperato all’occorrenza su diverse linee, purché dello stesso valore.

Per ogni fusibile ne sono necessari almeno due di riserva; di solito, infatti, il primo viene bruciato immediatamente, perché si effettua la sostituzione senza prima cercare il guasto.

SALPA – newsbanner dal 9 gennaio 2019 al 15 gennaio 2020
CONDIVIDI
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone
error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DE IL GOMMONE

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR