Copertina Il Gommone - Settembre 2017



EVENTI
Cannes Yachting Festival e Salone di Genova: gommoni & motori, ecco tutte le novità
Il mese di settembre sancisce, come sempre, l’apertura della nuova stagione nautica con i più importanti saloni, tra i quali quello di Cannes (12-17) e il «nostro» Nautico di Genova, in programma dal 21 al 26. Saranno questi due eventi a calamitare la partecipazione della maggior parte dei costruttori di battelli pneumatici e l’interesse dei visitatori. Nonostante un’annata tutto sommato positiva, non sono moltissime le novità «pneumatiche». Più allettanti, invece, le proposte dei motoristi. Ai Lettori de Il Gommone offriamo la possibilità di entrare al Salone Nautico di Genova con la speciale promozione «2x1»: scarica dal sito il coupon oppure ritaglialo dalla rivista.
AVVENTURA
Il racconto di Ocean Experience Rib: da Palermo a Recife, 4.300 miglia in gommone
Oltre 4.300 miglia con un battello di dieci metri (Master Magnum 996), spinto da una coppia di fuoribordo Suzuki da 200 cavalli. 9.616 litri di benzina «bruciati», 302 ore e 20 giorni di navigazione effettiva. Una maxi-tappa da 1.259 miglia, dalle Isole di Capo Verde a Fernando de Noronha (Brasile). Numeri impressionanti sia per la lunghezza delle tappe sia per la quantità di carburante imbarcato. Con questo «Ocean Rib Experience» Sergio Davì e Alessio Bellavista entrano di diritto nella storia della nautica da diporto mondiale, assieme ai mezzi e ai partner tecnici che hanno supportato l’impresa. Un primato che si aggiunge al già ricco palmares dell’industria nautica nazionale.
LE NOSTRE PROVE
Master 540 Summer: un nuovo punto di riferimento per i rib «senza-patente»
Questo gommone è un perfetto entry-level perché ha dimensioni giuste per scoprire il piacere di navigare, si può equipaggiare con un fuoribordo «senza-patente» e ha un prezzo ragionevole, tenuto conto dei numerosi accessori inclusi nella dotazione di serie. Si guida facilmente anche senza esperienza perché è molto stabile e non è necessario usare il trim. Al prendisole prodiero si aggiunge quello di poppa, ottenuto estendendo la cuscineria sulle mastre, aggiungendo un piano nel pozzetto motore e ribaltando lo schienale del divano. Lo stile è attuale, ma i tubolari scuri, sebbene accattivanti e di generoso diametro, sono intoccabili sotto il sole di mezzogiorno. C’è spazio a sufficienza per il carico, ma un paio di stive non sono facilmente accessibili. La plancia e il parabrezza hanno dimensioni limitate perché la consolle è centrale e stretta, una scelta finalizzata al corretto bilanciamento del peso e alla mobilità a bordo.
LE NOSTRE PROVE
Scanner Envy 710: un mezzo per pochi, ma con tante qualità e pochi optional
Un prodotto di nicchia che può essere personalizzato con vari allestimenti e colori. La coperta sfoggia forme originali, caratterizzate da linee armoniose e simmetriche. L’opera viva è profonda, marina e veloce ma il miglior rendimento viene raggiunto solo ad andature di crociera elevate. Il battello è abitabile per tutta la lunghezza e ci si muove agevolmente grazie ad ampi passaggi laterali, anche se per raggiungere l’area balneare occorre scavalcare il divano e il tendalino parasole. Murate interne alte e corrimano di acciaio disposti ovunque danno sicurezza. Pedane laterali, plancette poppiere e delfiniera sono state disegnate per imbarcarsi e sbarcare facilmente. A prua e a poppa si possono allestire zone pranzo e prendisole. I tubolari, quasi invisibili da bordo, svolgono tutte le loro preziose funzioni. Un mezzo piacevole da pilotare e molto confortevole per i passeggeri. La dotazione va integrata con qualche optional per definirsi completa.
LE NOSTRE PROVE
Marlin Boat 24 SR, un gommone bow-rider che strizza l’occhio agli americani
Il Marlin Boat 24 SR è il primo gommone bow-rider, cioè con un layout identico a quello dei motoscafi americani. Un corridoio centrale mette in comunicazione il pozzetto con l’area prodiera, priva del ponte di prua e quindi più abitabile. In sostituzione del tradizionale roll-bar viene installata una «monster tower» per il traino dello sciatore e l’alloggiamento delle tavole. E’ nuova anche la carena che si distingue per la dolcezza sulle onde e l’assetto quasi costante. Il battello si guida comodamente seduti e protetti dal vento. Al timone è piacevole perché perdona eventuali errori; alla fonda è stabilizzato dai tubolari. Prestazioni e consumi sono nella media, ma il comfort in navigazione è superiore. Nonostante il motore entrofuoribordo (a benzina), il volume di stivaggio è considerevole. A poppa, lo schienale del divano serve anche da appoggiatesta per il prendisole. Splendida la piattaforma bagno attrezzata con tientibene.
CHECK-UP USATO
Evinrude 90-115 Ficht V4 (60°), il primo fuoribordo 2 tempi della nuova era
Se esistesse un premio per il motore più discusso della storia, è indubbio che il Ficht di Evinrude e Johnson lo meriterebbe di diritto. Pochi fuoribordo come il Ficht hanno fatto così tanto parlare di sé nel bene o nel male e per diverse generazioni di diportisti. Nel bene perché all’epoca della sua presentazione (a fine 1996) il Ficht delineò una vera rivoluzione in campo fuoribordistico: era l’unico 2T a non rilasciare benzina incombusta dallo scarico grazie a un esclusivo sistema di iniezione diretta. Per capire la portata dell’innovazione, bisogna immergersi nello spirito di quel periodo in cui il cuore dei diportisti era combattuto tra i consumi ridotti e la silenziosità dei 4T e le esaltanti prestazioni dei 2T a carburatori in termini di accelerazione e ripresa.
ANNIVERSARI
Il battello con la carena in vetroresina compie quarant’anni: scoprite qual è
Nel settembre del 1977 nacque in una cantina il primo gommone semirigido «made in Italy», cioè con la carena in vetroresina. In quella data, infatti, il Cantiere milanese Asso depositò il brevetto dell’Asso 54 (5,30 x 2,30 metri f.t.). Il progetto portava la firma del celebre Franco Donno. Per la cronaca risale al 1978 anche il «canotto» con carena in vtr di Alson (fondata nel 1971 da Walter Falsoni), per il quale è ancora oggi aperta una disputa storica su «chi è arrivato per primo». La storia narra che l’Asso 54 fu assemblato in un seminterrato di via Ronchi a Milano, ma poi per poterlo far uscire gli operai furono costretti a smontare l’intelaiatura della finestra!
RAID
Siviglia vent’anni dopo: diario dell’ultimo, entusiasmante viaggio di Giovanni Bracco
Con due decenni in più e ventisei raid sul groppone, il navigatore solitario piemontese Giovanni Bracco ripercorre una delle sue rotte d’esordio, triplicando quasi le miglia. I mezzi (un Nuova Jolly Prince 23 Cabin spinto da un Honda BF250 V-Tec) e l’esperienza sono molto accresciuti e l’asticella della sfida con se stesso e con gli elementi si alza sensibilmente. Sul numero di settembre trovate il resoconto della prima parte (1.650 miglia su un totale di 3.837) della lunga galoppata sulle onde di Mar Mediterraneo e Oceano Atlantico, fino alla risalita del fiume Guadalquivir per raggiungere la città Capoluogo dell’Andalusia.
GOMMOCLICK
Quando nella fotografia il colore è assente: il bianco e nero è sintesi e forma
Un tempo era la regola, perché le pellicole in bianco e nero costavano meno di quelle a colori e perché così venivano richieste le foto a chi le faceva di professione: i giornali stampavano, se non tutto, buona parte del fascicolo in b/n. Con gli anni il colore ha preso il sopravvento ed è sovrano assoluto nell’era della foto digitale. Ma una stampa in b/n dura di più nel tempo ed è più affascinante. Vediamo come ottenere il bianco e nero dalle nostre fotografie scattandole direttamente in questa modalità dal software della macchina oppure ricavandole dalla lavorazione in post-produzione.
SPECIALE MERCATO
Il maxi-listino con dati tecnici e prezzi di gommoni, fuoribordo e carrelli
Il fascicolo di settembre propone, come di consueto, lo speciale dedicato al listino prezzi dei gommoni, dei motori fuoribordo e dei carrelli con tutte le ultimissime novità: oltre cinquanta pagine tutte a colori facili da consultare. Una guida con tutto ciò che offre il mercato, completo di dati tecnici e quotazioni dell'usato. E per concludere gli annunci dei lettori e il nostro speciale memorandum per un acquisto senza sorprese.
ABBONATI DIGITAL EDITION