Copertina Il Gommone - Giugno 2024



INCHIESTA
Affari in rete. Gli acquisti digitali crescono: cosa c’è nel carrello della spesa?
Gli italiani che acquistano on-line sono 33,7 milioni, in crescita rispetto allo scorso anno, quando erano 700.000 in meno. Il dato si è consolidato negli ultimi 5 anni: dopo l’accelerazione del 2020, gli acquirenti digitali sono 10 milioni in più (erano 23,8 milioni nel 2020). Più della metà (55,3%) degli acquisti on-line viene fatta da mobile; il 48,1% da PC e il 5,9% da tablet. Perché il negozio digitale va tanto di moda? Semplice: si può risparmiare, c’è una vastità di scelta senza pari, non si deve uscire di casa e sprecare tempo prezioso. Ma quali sono gli accessori nautici più acquistati on-line? Ogni stagione è caratterizzata da diversi best seller, a seconda che ci si trovi in tempi di rimessaggio, svernaggio o rimessa in acqua dei nostri gommoni. In assoluto è possibile anche stilare una classifica sugli articoli più venduti durante l’anno. Ancora: chi è il diportista-tipo che approccia le vendite digitali e cosa cerca? E - in controtendenza - ci sono anche quelli (tanti) che scelgono in rete, ma poi vanno in negozio, perché «di persona è meglio».
DIPORTO
In Croazia natanti senza targa anche nel 2024. L’Italia presenta il «lasciapassare»
Dopo mesi di dichiarazioni contraddittorie di zelanti ufficiali delle Capitanerie di porto croate, è arrivata l’indicazione che ha spazzato via i dubbi. E’ stato lo stesso Ministero del Mare di quel Paese a chiarire che le imbarcazioni italiane non immatricolate per il 2024 potranno ancora navigare senza targa nelle loro acque territoriali. Nel frattempo dal nostro Ministero dei Trasporti è arrivato anche il tanto atteso modulo per ottenere lo speciale «lasciapassare» per i natanti. Con una dichiarazione rilasciata dalla Confindustria Nautica attestante le caratteristiche tecniche del mezzo italiano e il codice CIN/WIN, unitamente a una dichiarazione di atto notorio in cui si specifica chi è il possessore del gommone nel nostro caso, il natante non sarà più un «oggetto galleggiante non identificato», ma uno scafo riconoscibile.
TECNOLOGIA
Motori e strumentazione di bordo: NMEA 2000 e Html5, due standard, nuove funzioni
Due sono i protocolli di comunicazione che attualmente vengono utilizzati dagli strumenti di bordo per veicolare i dati: l’NMEA 2000 e l’Html5. Qual è il più valido? Ognuno di essi ha pro e contro: dove uno vince in velocità, l’altro si afferma in stabilità e affidabilità. In uno vengono utilizzate informazioni in formato alfanumerico, l’altro ha una «semantica» più raffinata, fatta anche di immagini e suoni. C’è chi auspica il «sorpasso» della tecnologia con potenzialità maggiori e chi, invece, accetta serenamente la ridondanza della contemporanea presenza. Cerchiamo di comprendere qualche cosa in più e, soprattutto, di districarci in un argomento un po’ ostico.
LE NOSTRE PROVE
MV Marine Mito 31R, maxi-rib fuori dal comune. Qualità e prestazioni al top
Rispetto al modello precedente sono stati aggiornati alcuni particolari, anche degli arredi in cabina, e qualche accessorio. Coperta e carena sono realizzati in infusione e saldati fra loro con un esclusivo procedimento a sandwich. Per i portelli, invece, è stata impiegata la tecnologia RTM Light che riduce il peso e regala una perfetta rifinitura. L’opera viva ha un sapore decisamente racing grazie alla presenza dei redan, accuratamente posizionati per ottenere alte prestazioni di velocità e un assetto corretto a qualsiasi andatura. Anche su questo modello, sottocoperta è presente un vano open space: il bagno, quindi, non è separato dalla cuccetta. La consolle è disegnata attorno al pilota come si conviene a un gommone in grado di navigare a oltre 60 nodi.
DIDATTICA
Il «risveglio» del gommone: la nostra check-list per non lasciare nulla al caso
Se ancora non lo avete fatto in questa stagione, in vista della rimessa in acqua del gommone, è arrivato il momento delle prove generali. Prima di prendere la via del mare occorre fare una lista di controlli per verificare che tutto sia in ordine: battello, attrezzature, accessori, dotazioni, documenti. Non c’è spazio per lasciare nulla al caso: un check minuzioso salverà le vostre agognate vacanze. Ripercorriamo insieme i passaggi essenziali di questo «risveglio» gommonautico.
GUIDA ALL’ACQUISTO
Otto gommoni «senza-patente» sotto la lente: 40 cavalli possono bastare?
Dopo lo speciale pubblicato nel 2023, torniamo a parlare di gommoni piccoli, idonei anche per essere guidati senza patente grazie alla possibilità di equipaggiarli con un fuoribordo da 40 hp. Questa volta ne abbiamo selezionati otto, sempre con misure comprese tra i 5,40 e i 6,20 metri, con prezzi a volte assai differenti tra loro. Attenzione anche agli accessori perché possono cambiare il costo totale. Purtroppo, gli aumenti dei listini registrati negli ultimi due anni, ne hanno condizionato non poco le vendite. Per un mezzo «finito», cioè completo di motore e carrello, ormai non bastano 35mila euro. Tanti? Per alcuni decisamente troppi! Ecco l’elenco dei battelli che abbiamo preso in esame: Bwa Sport 19’ GTO; Stradivarius 62S; Master 540 Summer; Joker Boat Coaster 580 Plus; Selva 21 LV Plus Ultra; Lomac 580 Euforia; Bsc 57 Classic; Ranieri International Cayman 19 Sport.
LE NOSTRE PROVE
Italboats Stingher 28’ GT, un maxi che vuole essere il primo della classe
E’ uno dei migliori gommoni della sua categoria. Dispone di una coperta versatile e di un’ottima carena adatta al mosso e alla velocità. Il layout del pozzetto è funzionale ed elegante, le finiture sono curate. I gavoni interamente controstampati appaiono lucidi e perfetti. E’ un mezzo con un’indole sportiva che si presta anche a navigazioni tranquille in compagnia di tanti amici. La consolle centrale protegge bene; all’interno ha trovato spazio un locale toilette. La dinette di poppa è trasformabile in prendisole o in zona dining. Il mobile cucina è pratico e può essere allestito con fuochi e frigo. Lo schienale del divano che si abbatte verso poppa è una bella comodità. Le plancette balneari sono grandi e ben sfruttabili. Con un fuoribordo da 400 hp si raggiungono i 57 nodi.
PRIMA VISIONE
2Bar 68: un piccolo grande gommone per navigare (comodi) spendendo il giusto
Un nuovo modello intermedio nella gamma, che nell’offerta del giovane costruttore campano va a collocarsi tra il 62 e l’82. Propone un layout abbastanza «conservativo» che concilia le esigenze di gommonauti e noleggiatori. Il prezzo è allettante, ma molti accessori «importanti» sono «extra». Ampie le possibilità di personalizzazione. Il battello è omologato per motori fino a 150 hp, ma il fuoribordo ideale per contenere costi e consumi è un 115 cavalli.
TURISMO
Sardegna: da Cagliari a Carloforte lungo la rotta dei Fenici tra scenari mozzafiato
Le masse dei vacanzieri solitamente rivolgono la propria attenzione alla parte settentrionale (per lo più Nord-Est) dell’isola. Lasciamo che facciano e andiamo ad esplorare la porzione Sud-occidentale della costa sarda. Conosciamo le bellezze nascoste del Capoluogo regionale, gli stagnoni che ospitano i fenicotteri rosa, le spiagge bianche e i mari che assumono colorazioni ora cristalline ora le tinte dello smeraldo, dello zaffiro e del turchese. Non mancano un’area archeologica di pregio e un’altra interdetta alla frequentazione (zona militare di Capo Zafferano).
TECNICA
Parliamo di eliche: ripararle o sostituirle (spendendo poco)? La parola all’esperto
Di questi tempi l’economia circolare più che una moda è un imperativo. Tuttavia, a volte, quando qualcosa si rompe, si tende a rimpiazzarla piuttosto che ripristinarla. Magari perché convinti che non sia riparabile o che il gioco non «valga la candela». E’ il caso dell’elica: un un tronco, una cima, uno scoglio affiorante e il danno è fatto. Prima di buttarla e sostituirla, però, provate a informarvi presso un tecnico specializzato: potreste avere delle buone notizie!
ABBONATI DIGITAL EDITION ACQUISTA ARTICOLO IN PDF ACQUISTA FASCICOLO