Copertina Il Gommone - Gennaio/Febbraio 2019



DIPORTO
La Grecia vuol far cassa con la nautica: ad aprile arriva la tassa di stazionamento
Come accadde in Italia qualche anno fa, i governanti greci, nel tentativo di rastrellare fondi per le esangui casse nazionali, hanno introdotto la tassa di stazionamento sulle imbarcazioni che sono presenti nei porti ellenici. Si pagherà a seconda del periodo di fermo e della lunghezza lineare degli scafi. La levata di scudi dei diportisti greci e stranieri, più per le tempistiche che per la sostanza, ha fatto slittare la riscossione del conquibus ad aprile 2019 (la legge è in vigore dallo scorso novembre). La buona notizia è che fino a 7 metri la Tepah (questo è il nome del tributo) non è dovuta; dai 7 ai 12 gli importi sono abbastanza contenuti, mentre per le barche più grandi il conto si presenterà decisamente salato.
ABBONATI DIGITAL EDITION