Copertina Il Gommone - Gennaio/Febbraio 2018



CHECK-UP USATO
Mercury 115 2T (M.Y. 1979): una Tower of Power potente, sportiva e modulabile
Il Mercury sei cilindri in linea «Tower of Power» è di certo la quintessenza del motore maestoso e sportivo. Per vent’anni, dalla sua introduzione nel 1956 sino all'arrivo dei «V6» nel 1976, si è fregiato del titolo di propulsore più potente del mondo, con una decina di «hp» di vantaggio sul più prossimo dei concorrenti. Per ottenere questo risultato, ovviamente, è stato di continuo aggiornato e affinato, passando dagli iniziali 60 hp da 66 pollici cubi (1.100 cc) ai 150 hp da 99 pollici cubi (1.635 cc) del 1974. Il soprannome «Tower of Power», quindi, identifica una vasta famiglia di propulsori, all’interno della quale diventa difficile destreggiarsi tra le versioni da 66, 84, 94 e 99 pollici cubi di cilindrata, spesso uguali nella cavalleria dichiarata.
ABBONATI DIGITAL EDITION