Copertina Il Gommone - Dicembre 2019



PRIMA IMPRESSIONE
Highfield 760 Sport: carena in alluminio e stile italiano per farsi bello
Un gommone dal profilo sportivo che trae origine da un mezzo professionale destinato agli impieghi più gravosi. Ha la carena a «V» profonda in alluminio (che lo pesare assai meno di un concorrente costruito in maniera tradizionale) e alcuni elementi di coperta in vetroresina. Ha un allestimento essenziale (ma non povero). Ottimo il comportamento in navigazione anche se non è velocissimo. I gommoni Highfield sono importati in Italia dalla Dream Yachting di Pontedera (PI), e dalla prossima stagione dodici modelli (tra cui il 760 Sport) saranno commercializzati anche dalla rete Honda Marine in package con i fuoribordo.
LE NOSTRE PROVE
Ranieri Int. Cayman 35.0 Executive, un grande natante per tutta la famiglia
Un prodotto che segna la continua evoluzione dello stile dei gommoni del cantiere calabrese. Sfida l’ammiraglia della gamma (il Cayman 38.0), proponendosi con un look accattivante e una notevole abitabilità. Sottocoperta ci sono quattro posti letto in una cabina open space con bagno separato. Il pozzetto è al centro del progetto e accoglie molti ospiti grazie a tre divani e una panca a ribalta. La postazione di pilotaggio brilla per l’ergonomia. Il lungo ponte di prua è interamente rivestito con cuscinerie ben fissate. La spiaggetta di poppa abbraccia i fuoribordo e si trova appena sopra il galleggiamento, per una più agevole risalita a bordo. Il roll-bar dall’aspetto imponente caratterizza il battello e sostiene due tendalini parasole. Le mastre alte a poppa proteggono la dinette e disegnano il profilo. Con due fuoribordo da 300 hp raggiunge i 43 nodi.
LE NOSTRE PROVE
Nuova Jolly NJ700 Se@Fish, una macchina da pesca pensata anche per diporto
Un modello che deriva dalla versione da diporto, di cui conserva la carena e l’area prodiera di coperta. Da centro scafo a poppa è stato disegnato per la pesca sportiva. L’esemplare provato era dotato di una consolle opzionale che serve da spogliatoio, toilette e per l’installazione degli impianti in plancia. Il T-Top ripara il posto di comando che può essere chiuso con tendalini trasparenti. Il pozzetto è attrezzato con una panca a ribalta che serve anche da paracolpi, come le imbottiture nelle murate. Al centro dell’area poppiera si può montare un tavolo o una sedia da combattimento. Il gommone in prova era equipaggiato con la strumentazione elettronica di Navico, incluso il radar. Le prestazioni sono risultate modeste in termini di velocità e i consumi sono stati superiori alla media, ma bisogna considerare il peso di tutti gli impianti installati e l’azione frenante del T-Top e dei trasduttori. La carena e l’assetto sono ideali per ogni tipo di onda.
LE NOSTRE PROVE
Mar.Co E-Motion 36, stile e qualità al top per un gommonauta molto esigente
Un maxi-rib dalle grandi qualità. E’ costruito per infusione di resina vinilestere sottovuoto, è elegante, curato in ogni minimo dettaglio, funzionale e pratico. Ha una cabina ampia e alta, fruibile come dinette o zona notte. Il bagno ha il box doccia separato. Sottocoperta la luce giunge da tanti trasparenti. La tuga e l’intero perimetro sono circondati da tientibene. I passavanti prodieri sono protetti dalla falchetta, quelli di poppa si ripiegano con i tubolari per ridurre l’ingombro durante il trasporto su strada (solo con camion). Il pozzetto è completo di tavolo elettrocomandato. I divani hanno schienali alti e le poltrone di pilotaggio sono ergonomiche. Plancia e cucina di colore nero brillante hanno un ruolo importante nel look, così come le tappezzerie. La spiaggetta bagno è comoda grazie ai portelli che ricoprono la scaletta e la vasca motore. Con due Mercury Racing «V8» da 450 hp, il battello si controlla senza difficoltà anche alla massima velocità. E’ possibile installare anche tre fuoribordo da 400 cavalli utilizzando un apposito bracket.
DIARIO DI BORDO
Davì racconta il suo «Ice Rib Challenge»: da Palermo a New York in gommone
«Per aspera ad astra», dicevano gli antenati. Ed è proprio quello che ha fatto Sergio Davì con il suo «Ice Rib Challenge»: affrontando i pericoli e i disagi, la fatica e la paura di una lunga e inedita navigazione, ha stabilito un primato planetario, conseguendo un successo di pubblico strepitoso. Nessuno, finora, aveva mai raggiunto la «grande mela» dall’Europa, a bordo di un gommone spinto con una coppia di fuoribordo. Il navigatore palermitano ha scelto una rotta che lo ha portato a passare per Islanda e Groenlandia, totalizzando quasi 7.000 miglia in solitario. Protagonista, assieme a Davì, è stato il «Nautilus Explorer», così è stato battezzato il Nuova Jolly Prince 38 CC (11,30 x 3,80 m f.t.) motorizzato con due fuoribordo Suzuki DF350A «V6» Dual Prop e «guidato» dall’elettronica di Simrad.
GOMMOCLICK
Come ottenere le fotografie più belle regolando gli automatismi preimpostati
Le moderne fotocamere digitali sono apparati elettronici iperdotati di funzioni che tendono a semplificare la vita di chi le usa, con risultati di livello medio-alto, il più delle volte. Lo stesso discorso vale per gli smartphone, che in molti casi hanno addirittura sostituito la macchina fotografica o la videocamera, per lo meno per gli utenti che si accontentano di fare riprese «belle» (a loro gusto), non certo per chi vuole una resa semi-professionale. Oggi molte funzioni vengono regolate con gli automatismi, senza sapere che anche questi possono essere «affinati» e tarati secondo le proprie necessità. Si tratta di entrare nel «menu» interno alla fotocamera e impostare qualche semplice, ma utile, correzione relativa alle modalità di funzionamento.
CHECK-UP FUORIBORDO
Johnson QD-21 2T, un bicilindrico all’avanguardia con tante buone idee
A cavallo degli Anni ‘50 il settore del fuoribordo subisce un’incredibile accelerazione del processo evolutivo, al punto da osservare una completa trasformazione del prodotto nel corso di un solo decennio. Un esempio rappresentativo di quanto quegli anni siano stati frenetici per OMC, Mercury e gli altri produttori è il Johnson QD. Fino al 1949, anno del suo debutto, il mercato dei fuoribordo era ancora suddiviso in due segmenti distinti: quello sotto ai 10 hp, destinato ai pescatori, che li utilizzavano per raggiungere i luoghi di pesca, e quello degli appassionati che privilegiavano motori «duri e puri», tremendamente potenti (per l’epoca). Il QD ebbe il merito di coniugare queste due filosofie e il suo successo fu immediato ma, ironia della sorte, diede il «là» ad analoghe proposte dei concorrenti. Per la nostra recensione abbiamo scelto il modello QD-21 del 1959-60, il primo a utilizzare una calandra in vetroresina.
ITINERARI
Alla scoperta dell’Argentario, l’ottava isola (mancata) dell’Arcipelago Toscano
Un tempo era una delle «sorelle» che compongono il noto arcipelago tirrenico. Poi l’azione delle correnti e i detriti trasportati dal fiume Albegna crearono due «tomboli» che legarono l’Argentario alla terraferma, dando vita a una laguna. Infine l’uomo costruì un terzo «ramo», quello di Orbetello, promuovendo la zona a «promontorio», a tutti gli effetti. Scopriamo uno degli angoli più belli della costa tirrenica, base perfetta per escursioni al Giglio (distante appena otto miglia) e altre località costiere.
TECNICA
Carena da open o da cabin? Vi spieghiamo perché ogni gommone vuole la sua
Un gommone open naviga meglio di uno cabinato? Uno scafo monoshell può andare bene anche per un mezzo pontato? Come cambia il comportamento in navigazione in base alla distribuzione dei pesi? Queste sono solo alcune delle domande a cui cercheremo di dare una risposta. Ma sappiate che non esiste (ancora) la carena «buona per tutte le occasioni».
SPECIALE
Il maxi-listino aggiornato con dati tecnici e prezzi di gommoni, motori e carrelli
Il fascicolo di dicembre propone, come di consueto, lo speciale dedicato al listino prezzi dei battelli pneumatici, dei fuoribordo e dei rimorchi: cinquanta pagine tutte a colori facili da consultare. Una guida con tutto ciò che offre il mercato, completo di dati tecnici e quotazioni dell'usato. E per concludere gli annunci dei lettori e il nostro speciale memorandum per un acquisto senza sorprese.
ABBONATI DIGITAL EDITION