Copertina Il Gommone - Aprile 2021



CHECK-UP USATO
Mercury Merc 500, un fuoribordo molto evoluto con tecnologie all’avanguardia
Il Mercury «Classic Fifty», vera icona della fuoribordistica - che molti conosceranno nella versione depotenziata «SuperAmerica», un must negli Anni ’90 - era equipaggiato con il monoblocco Thunderbolt quadricilindrico in linea da 720 cc, rimasto a listino in varie versioni per oltre 50 anni. Nato nel lontano 1949 come KG-9, il Classic Fifty assunse la configurazione che descriviamo nell’articolo (su un’unità del 1984) nel 1965, con l’adozione dello scarico jet prop e la denominazione «Merc 500». Originariamente depotenziato a 25 hp nominali per questioni di marketing e alquanto grezzo (niente cambio e avviatore a fune semplice), passò per varie configurazioni e sigle: citiamo solo l’MK 50 del 1954, primo Mercury con cambio completo, e l’MK58 del 1958, probabilmente il più diffuso e apprezzato modello da famiglia. Prima di arrivare all’esemplare qui recensito si ebbero almeno altri tre step, con reiterati interventi sull’impianto di accensione, trasformato da meccanico in elettronico, e sul dimensionamento del piede, mentre un ulteriore upgrade fu attuato nel 1991. Ma quella del Merc 500 era già una configurazione assai moderna, in seguito imitata da tutti i concorrenti.
ABBONATI DIGITAL EDITION ACQUISTA ARTICOLO IN PDF ACQUISTA FASCICOLO