Copertina Il Gommone - Agosto 2018



CHECK-UP USATO
Fuoribordo Whitehead W6S: storia di un disastro italiano (quasi) annunciato
Un fuoribordo «duro e puro» che ebbe una vita commerciale molto breve. Dieci anni dopo la fine della produzione del Piaggio Moscone, quasi parallelamente all’uscita di scena di Mac, Squalitalia e Delfino, il Gruppo Fiat entrò ufficialmente nella nautica con il marchio Whitehead. Chi sperava che la progettazione venisse affidata a Piaggio (altra azienda a quei tempi nell’orbita Fiat) e si concretizzasse con una riedizione moderna del Moscone, rimase deluso. Tanto brillava per la semplicità d’uso e la completezza delle dotazioni la «Vespa del Mare», quanto rude, scomodo e spartano si rivelò il capostipite della nuova linea di fuoribordo Whitehead costruita a Livorno. Molte scelte tecniche sbagliate (alcune davvero assurde!) contribuirono a renderlo inaffidabile per tutta la sua breve carriera.
ABBONATI DIGITAL EDITION