Copertina Il Gommone - Agosto 2018



SPECIALE VACANZE 2018
Il vademecum prima di mollare gli ormeggi. Ecco la nostra check-list
Pronti a partire? Speriamo proprio di sì. Vogliamo aiutarvi a preparare tutto quanto potrebbe esservi necessario (no, non parliamo di costumi e asciugamani) a livello di dotazioni tecniche e documenti. Innanzitutto vi ricordiamo la nuova normativa sulle revisioni dei rimorchi. Avete già verificato di essere in regola? Se vi è sfuggito, controllate subito: date un’occhiata alla tabella che pubblichiamo sul numero di agosto con il riepilogo del calendario. Ancora a proposito di circolazione stradale, dobbiamo segnalare che le norme per il fissaggio del carico sono diventate molto più «stringenti» e vi spieghiamo perché. Inoltre: le dotazioni pirotecniche (razzi, boette fumogene, eccetera) hanno scadenza ogni quattro anni (verificate la data stampigliata sul prodotto). Se dovete sostituirli, quest’anno è facile: c’è il nuovo consorzio per il ritiro dei prodotti scaduti. E ancora: le «carte» necessarie per navigare in acque italiane e per espatriare, le particolari normative da rispettare per recarsi in Croazia...
LE NOSTRE PROVE
Cantieri Capelli Tempest 38, il maxi-rib che «strizza l’occhio» agli yacht
Un super gommone che si propone come alternativa agli yacht sportivi: non a caso, layout e allestimento traggono ispirazione dalle più lussuose e recenti imbarcazioni. Gli spazi e le finiture fanno percepire un alto livello di comfort. E’ possibile personalizzarlo con un ampio (e costoso!) T-Top oppure con il roll-bar, mentre la coperta può essere rivestita con massello di teak o con materiale sintetico. Smisurate le aree prendisole, ridotta - invece - la dimensione del mobile cucina esterno. Perfetta la mobilità e l’abitabilità nell’area poppiera che si trasforma in salotto, zona pranzo o prendisole. Il battello non rinuncia a grandi tubolari che, però, non toccano la superficie dell’acqua. Gli impianti sono installati in modo esemplare e il set-up Yamaha non si discute. Disponibile anche con il joystick di manovra Helm Master o, in alternativa, l’elica di prua.
PRIMA IMPRESSIONE
Sunshine Boats «Settequattrocinque». Ma non c’eravamo già incontrati?
Lo potremmo definire «operazione nostalgia»: è, infatti, la riedizione del celebre Bat 745 dei primi Anni 2000, dal quale riprende le forme della coperta e le linee di carena. Dispone di due comode aree prendisole, una consolle centrale dal design ergonomico e un appoggiareni che incorpora anche un mobile cucina (optional). Due lunghe plancette poppiere consentono di sfruttare fino all’ultimo centimetro il battello. L’opera viva riprende le linee dell’illustre antenato, ma la struttura è ultra-moderna per ottemperare alle nuove normative. E’ un gommone ben fatto, che naviga veloce e sicuro. Completa la dotazione di bordo.
PROVE SPECIALI
Confronto tra fuoribordo e efb 250 hp. Chi va più forte? Chi vince la sfida
Fuoribordo o entrofuoribordo? Qual è la soluzione tecnica ottimale per spingere un gommone? Si guidano nello stesso modo? Quale dei due offre le migliori prestazioni? Dal punto di vista economico, che cosa conviene? E’ vero che sull’entrofuoribordo la manutenzione è più costosa? Proviamo a rispondere a tutte queste domande confrontando le due diverse tipologie di motori - un MerCruiser 4.5L a benzina con piede Bravo III e un Verado «6L» entrambi da 250 hp - installate su un Marlin Boat 24 SR.
TECNICA
Meglio un gommone largo oppure uno stretto? Come nasce l’equazione (im)perfetta
Quanto incide la larghezza del battello sulla lunghezza fuori tutto? Esiste un rapporto ideale? A queste e a tante altre domande proviamo a rispondere in questo articolo. Anticipandovi sin d’ora che il rib «perfetto», purtroppo, non esiste. E’ comunque importante avere la consapevolezza di quali siano i parametri che ne determinano il comportamento in navigazione. Per non avere brutte sorprese dopo l’acquisto.
AVVENTURA
A tutta manetta nello Skagerrak: il diario di bordo di un raid tutto scandinavo
Cresce anche nei Paesi nordici la passione per il battello pneumatico. Una tendenza confermata dai dati di mercato, che negli ultimi dieci anni sono aumentati fino alla doppia cifra percentuale. Dopo aver scoperto le straordinarie qualità di questo mezzo, sono nati i primi gruppi spontanei (anche se non si possono ancora definire veri e propri club) che sperimentano con successo la navigazione di gruppo. Ecco la cronaca di un’uscita collettiva dalla Norvegia alla Danimarca e ritorno a bordo di diciassette gommoni Tempest di Capelli.
ITINERARI
Otto buone idee per una super-estate in gommone: Grecia, Croazia, Italia, Francia
Finalmente le ferie sono arrivate, ma voi non avete ancora deciso dove andare o, magari, non avete avuto tempo di organizzarvi? Niente paura, vi aiutiamo noi. Ecco otto destinazioni fra cui scegliere, nei mari che orlano la Penisola e anche oltre. Ci sono luoghi vicini e altri un po’ più lontani: potrete scegliere a seconda del tempo che avete a disposizione, riflettendo su quanto sia facile raggiungerli (dipende molto da dove partite) e se conoscete già o meno questi posti. Alcune mete sono molto conosciute e frequentate, durante il mese di agosto, per altre, invece, abbiamo scelto angoli meno «famosi» dove, probabilmente, è ancora possibile ritagliarsi un’oasi di tranquillità, a dispetto della ressa estiva.
DIDATTICA
Sagole, trappe, sacchetti: come liberare l’elica in casi molto… ingarbugliati
Può darsi che non vi sia mai capitato (fortunati voi!), ma prendere qualcosa con l’elica del fuoribordo è una eventualità tutt’altro che rara. Una cima, una trappa, una rete, un sacchetto di plastica: sono tutte potenziali mine vaganti per l’elemento propulsivo del nostro motore. Sovente succede in porto. Si entra, magari soltanto per mangiare un boccone, ma siccome non c’è un buco disponibile, si riparte, incavolati quindi disattenti. E zac, succede! Ecco una piccola guida su come districarsi da casi... ingarbugliati.
CHECK-UP USATO
Fuoribordo Whitehead W6S: storia di un disastro italiano (quasi) annunciato
Un fuoribordo «duro e puro» che ebbe una vita commerciale molto breve. Dieci anni dopo la fine della produzione del Piaggio Moscone, quasi parallelamente all’uscita di scena di Mac, Squalitalia e Delfino, il Gruppo Fiat entrò ufficialmente nella nautica con il marchio Whitehead. Chi sperava che la progettazione venisse affidata a Piaggio (altra azienda a quei tempi nell’orbita Fiat) e si concretizzasse con una riedizione moderna del Moscone, rimase deluso. Tanto brillava per la semplicità d’uso e la completezza delle dotazioni la «Vespa del Mare», quanto rude, scomodo e spartano si rivelò il capostipite della nuova linea di fuoribordo Whitehead costruita a Livorno. Molte scelte tecniche sbagliate (alcune davvero assurde!) contribuirono a renderlo inaffidabile per tutta la sua breve carriera.
RAID PELAGOS
Ottocento miglia nel Santuario dei Cetacei a «caccia» di balene e delfini
Pelagos è il «triangolo sacro» istituito nelle acque del Mediterraneo settentrionale a tutela dei mammiferi marini. Il perimetro è compreso fra i litorali di Francia, Principato di Monaco e Italia. E’ proprio questa l’area che il raider Giovanni Bracco ha scelto per il suo ultimo raid a bordo di un Bwa 22’ GTO spinto da un Honda Bf 150 V-Tec. Una navigazione insolita per «il piemontese più marino d’Italia», che ci ha abituati alle grandi distanze. Stavolta lo seguiamo in un itinerario più raccolto, che accende l’attenzione sul patrimonio del nostro mare.
GOMMOCLICK
La messa a fuoco automatica batte davvero quella manuale? Si, anzi no!
Dopo i primi titubanti - e non sempre affidabili - tentativi, l’invenzione dell’autofocus ha certamente cambiato la vita dei fotografi per molte valide ragioni. I dispositivi più moderni funzionano con precisione anche con luce molto scarsa, quindi, quando l’occhio del fotografo accusa qualche incertezza; poi sono veloci, in grado di seguire soggetti in rapido movimento. Va detto, però, che c’è autofocus e autofocus e le differenze, non trascurabili, spiegano le considerevoli diversità di costo delle attrezzature. L’automatismo, tuttavia, non sostituisce l’occhio dell’uomo in tutti i casi: a volte tocca al fotografo passare alla regolazione manuale dell’ottica, agendo sulla ghiera delle distanze presente sull’obiettivo.
SPECIALE
Il maxi-listino aggiornato con dati tecnici e prezzi di gommoni, motori e rimorchi
Il fascicolo di agosto propone, come di consueto, lo speciale dedicato al listino prezzi dei battelli pneumatici, dei fuoribordo e dei rimorchi con tutte le novità della stagione 2018: oltre cinquanta pagine tutte a colori facili da consultare. Una guida con tutto ciò che offre il mercato, completo di dati tecnici e quotazioni dell'usato. E per concludere gli annunci dei lettori e il nostro speciale memorandum per un acquisto senza sorprese.
ABBONATI DIGITAL EDITION