Joker Boat header banner 2019
Mercury newsbanner dal 12 marzo 2019 al 12 marzo 2020
Yamaha – header banner dal 15 al 21 luglio 2019
Bwa headerbanner 2019
Brin Mar – header banner dal 1 maggio al 31 agosto 2019
Garmin headerbanner 2019 dal 16 gennaio al 31 ottobre 2019
Pennel&Flipò – Header banner dal 3 aprile al 3 ottobre 2019

Bordeaux-New York in gommone: Maupaté rinuncia alla traversata atlantica

0
Joker Boat header banner 2019
Mercury newsbanner dal 12 marzo 2019 al 12 marzo 2020
Highfield – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 18 dicembre 2019
Bwa headerbanner 2019
Marlin Boat newsbanner dal 17 nov 2017 al 18 nov 2019

L’obiettivo era ambizioso, ma dalla sua parte Christophe Maupaté aveva il sostegno di tutta la community dei gommonauti. Che bell’impresa sarebbe stata raggiungere New York in gommone!

Purtroppo le cose non sono andate come previsto e il navigatore francese ha dovuto interrompere il tentativo una volta raggiunta l’Islanda, più o meno a metà percorso.

Partito da Bordeaux il 16 luglio scorso a bordo di un semirigido Zeppelin XVPro 750 (7,50 x 3,05 m f.t.) spinto da un fuoribordo Suzuki DF300 APX 4T (si veda anche la nostra notizia precedente), Maupaté avrebbe dovuto raggiungere la Grande Mela in nove tappe, per un totale di 4.340 miglia.

Honda Marine – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 31 dicembre 2019
TOHATSU – newsbanner dal  11 febbraio al 30 settembre 2019
Brin Mar – header banner dal 1 maggio al 31 agosto 2019
Pennel&Flipò – Header banner dal 3 aprile al 3 ottobre 2019
Garmin headerbanner 2019 dal 16 gennaio al 31 ottobre 2019
Base Nautica newsbanner dal 14 dicembre al 14 luglio 2019
SCANNER newsbanner dal 21 marzo al 21 settembre 2019
SUZUKI Newsbanner dal 16 maggio al 16 aprile 2020
OSCULATI – newsbanner dal 27 giugno al 30 settembre 2019
Yamaha – header banner dal 15 al 21 luglio 2019

La prima parte della navigazione è andata esattamente secondo i piani: il gommone si è comportato bene, il consumo di carburante è stato addirittura migliore del previsto, ma una volta arrivato a Reykjavik il navigatore è stato fermato dal maltempo.

Atteso qualche giorno, il raider francese ha tentato comunque di prendere il mare in direzione della Groenlandia, ma dopo qualche ora di navigazione ha invertito la rotta ed è tornato al porto islandese.

E’ stata una saggia decisione. In una traversata del genere, infatti, bisogna fare bene i conti con il carburante. Maupaté ne aveva imbarcato abbastanza per poter coprire le oltre 750 miglia che lo separavano dalla Qaquortoq, ma le onde alte e ravvicinate che impattavano sulla prua contrastavano tenacemente l’avanzamento del gommone, con il conseguente consumbo eccessivo di carburante.

Il rischio era di trovarsi a metà strada senza benzina, in mezzo a blocchi di ghiaccio e in condizioni difficili! Per avere un’idea di quanto fosse esuberante la forza del mare che ha ostacolato il gommonauta francese è utile una sua indicazione: una volta invertita la rotta le onde arrivavano da poppa.

Ebbene, senza toccare la manetta del gas, il gommone che procedeva a 9 nodi è stato spinto a 24 nodi dalla potenza delle onde!

Pensate che cosa dev’essere stato prenderle in faccia! Tornato in Islanda Christophe Maupaté ha aspettato qualche giorno, ma dal momento che non si prospettava una finestra di buone condimeteo per molte settimane, con rammarico ha dovuto sospendere il raid Bordeaux-New York.

Tuttavia, non ha abbandonato l’idea: il tentativo verrà ripetuto a giugno o luglio del prossimo anno, partendo però direttamente da Reykjavik.

SALPA – newsbanner dal 9 gennaio 2019 al 15 gennaio 2020
CONDIVIDI
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone
error: RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DE IL GOMMONE

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR