LOMAC – header banner dal 9 settembre 2019 al 9 settembre 2020
Mercury – header banner 2°
Joker Boat header banner 2020
Bwa headerbanner 2020

Arrivano sul mercato italiano i nuovi «portatili» Suzuki da 4, 5 e 6 cavalli

0
Mercury – header banner 2°
Bwa headerbanner 2020
SUZUKI Newsbanner dal 27 maggio al 27 agosto 2020
Honda Marine – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 31 dicembre 2020
Highfield – newsbanner dal 18 dicembre 2018 al 31 dicembre 2020
TOHATSU – newsbanner dal 2 marzo al 30 settembre 2020
Marlin Boat newsbanner dal 17 nov 2019 al 18 nov 2020
Joker Boat header banner 2020
RAYMARINE – header banner dal 10 luglio al 10 ottobre 2020
GARMIN – newsbanner dal 16 marzo al 15 dicembre 2020

Sono iniziate ufficialmente da pochi giorni le vendite in Italia dei nuovi piccoli fuoribordo Suzuki DF4A, DF5A e DF6A 4T. Anzi, ad essere precisi, il modello meno prestazionale sarà disponibile sul mercato italiano solo tra qualche settimana (a partire dal 15 giugno).

In compenso sono già noti da tempo i prezzi. Costano, rispettivamente, 1.300, 1.490 e 1.640 euro (Iva inclusa). I tre modelli sono tutti basati su un monoblocco monocilindrico 4T da 138 cc, alimentato da un carburatore. Pesano 23,5 kg (nella versione a gambo corto, uno in più con il gambale lungo), il che vuol dire che risultano i più leggeri della categoria.

Si movimentano, quindi, più agevolmente a terra e durante le operazioni di fissaggio sullo specchio di poppa, grazie anche a due nuovi maniglioni posizionati sul lato anteriore e posteriore. Il motore si può ora appoggiare a terra sui tre lati: destro, sinistro e frontale, senza doversi preoccupare di eventuali sversamenti di olio o benzina (uno dei limiti di tutti i vecchi, piccoli 4T: andavano tassativamente adagiati su un lato preciso).

Base Nautica newsbanner dal 15 febbraio al 15 aprile 2021
JUST SLIK – newsbanner dal 16 dicembre 2019 al 15 dicembre 2020
SALPA – newsbanner dal 9 gennaio 2019 al 15 gennaio 2021
CAR-MET – newsbanner
SUZUKI Newsbanner dal 27 maggio al 27 agosto 2020

Un obiettivo raggiunto grazie a un inedito sistema di lubrificazione forzata, che si avvale di un passaggio supplementare per l’olio, creato per lubrificare in modo efficace la testa, l’albero a gomiti e le bielle.

Sui nuovi piccoli Suzuki, inoltre, è stato adottato un filtro dell’olio (il classico «barilotto»), che oltre a rappresentare un’innovazione in questo range di potenza, incrementa l’affidabilità del propulsore stesso.

E’ stata, inoltre, eliminata la pompa della benzina in favore di un sistema a caduta del carburante (il serbatoio è incorporato e ha una capienza di 1 litro circa: per il modello più potente c’è anche la possibilità di un serbatoio esterno) che non rende più necessario il riempimento e lo svuotamento della linea d’alimentazione.

Inoltre, il nuovo dispositivo di avviamento auto-avvolgente richiede uno sforzo inferiore rispetto ai modelli precedenti. Aggiornati anche il meccanismo del tilt e l’impugnatura della barra, per ridurre le vibrazioni.

E sempre a proposito di confort vale la pena di segnalare l’impiego di tamponi antivibranti tra il gambale e il supporto della barra e il nuovo silenziatore di aspirazione, in grado di annullare le onde sonore provenienti dalla camera di scoppio.

Suzuki ha, infine, adottato sui nuovi piccoli fuoribordo delle rinnovate decalcomanie e un nuovo colore – denominato Nebular Black – per la calandra. Entrambi saranno ad appannaggio di tutta la gamma dei fuoribordo Suzuki a partire dal prossimo autunno.

LOMAC – header banner dal 9 settembre 2019 al 9 settembre 2020
CONDIVIDI
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone
Contenuto protetto

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DE IL GOMMONE

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR