WENDT Agenturen – header banner dal 20 gennaio al 20 aprile 2024
MERCURY – Header banner dal 16 marzo 2023 al 16 marzo 2024
LOMAC – header banner standard
Joker Boat header banner 2024
Marlin Boat newsbanner dal 19 nov 2023 al 18 nov 2024

A Bacoli (Napoli) off-limits il varo e l’alaggio delle imbarcazioni oltre 7 metri

0
SUZUKI Newsbanner dal 8 aprile 2021 al 31 marzo 2023
SALPA – newsbanner dal 7 febbraio 2024 al 7 febbraio 2025
ANTUDO MARINE – newsbanner dal 23 ottobre al 23 aprile 2024
JOKER BOAT – 2° SOGGETTO
SCANNER newsbanner dal 7 dicembre 2022 al 6 luglio 2023
Marlin Boat newsbanner dal 19 nov 2023 al 18 nov 2024

Clamoroso provvedimento del Sindaco di Bacoli (Napoli) Josi Gerardo Della Ragione. Il primo cittadino ha, infatti, deciso di interdire (in alcune strade del suo Comune) il transito ai bilici che trasportano grandi barche verso il porto. Una risoluzione, maturata a fine gennaio, che sta tuttavia creando non pochi grattacapi (oltre al danno economico) ai tantissimi operatori nautici che lavorano in quella zona.

In base alla nuova ordinanza il varo e l’alaggio resta consentito solo in casi di emergenza e per tutte le imbarcazioni lunghe fino a 7 metri interessate alla fruizione dello scivolo.

Attraverso un lungo post pubblicato sui social il Sindaco ha motivato la sua decisione, nata sul fatto che i cittadini di Bacoli soffrono i circa 10.000 transiti annuali di trasporti eccezionali di barche che vanno e vengono dal Porto di Baia.

Joker Boat header banner 2024
LOMAC – header banner standard
PENNEL & FLIPO – newsbanner dal 2 maggio 2023 al 2 maggio 2024
MV MARINE – newsbanner dal 27 ottobre 2023 al 27 ottobre 2024
NWC MARINE – newsbanner dal 31 ottobre 2023 al 30 ottobre 2024
ULTRAFLEX – newsbanner dal 8 novembre 2023 al 8 marzo 2024
MERCURY – Header banner dal 16 marzo 2023 al 16 marzo 2024

Quindi «Basta traffico in tilt!», non soltanto per il caos: a quanto pare il passaggio dei grossi camion produce pure forti vibrazioni che disturbano i bacolesi e sono dannose (afferma ancora il Sindaco) per «le strade di collegamento con Pozzuoli e Napoli, spesso soggette a frana».

Si tratterebbe, dunque, di un provvedimento per la tutela del benessere cittadino e del territorio: «Siamo soggetti a rischi vulcanici e bradisismici. Per questo ho deciso di adottare la nuova ordinanza, per salvaguardare le nostre uniche vie di esodo e vie di fuga», ha spiegato il Sindaco.

Non si può dire nulla di fronte a queste tesi, naturalmente. Però, purtroppo, come lo stesso Amministratore cittadino ha ammesso: «Il Porto di Baia era l’unico della Regione Campania in cui il varo e alaggio di natanti, di ogni dimensione, era consentito gratuitamente», pertanto, chiudere questo accesso danneggia enormemente i diportisti e gli operatori nautici della zona.

Ma Della Ragione ha pensato anche a questo: «Il varo e alaggio delle barche può avvenire in qualsiasi altro luogo della Campania. Non solo qui. E le barche possono arrivare, negli ormeggi presenti a Bacoli, via mare. Come accade per le isole».

Insomma, se intendete usufruire dello scalo di Baia per visitare le bellezze dell’area flegrea e avete un gommone lungo più di sette metri, scordatevi di metterlo in acqua qui: studiate un’alternativa nei pressi e raggiungete via mare la località. Per fortuna «resteranno consentite le attività per imbarcazioni minori, fino a 7 metri, che interessano lo scivolo». Diportista avvisato, mezzo salvato!

CONDIVIDI
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Gommone

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DE IL GOMMONE

Ricevi gratis le ultime news direttamente sulla tua e-mail

Inserisci i tuoi dati. Riceverai una e-mail con la richiesta di confermare l’iscrizione (controlla anche lo spam!): cliccando sul link la tua iscrizione sarà attiva. Iscrivendoti accetti le nostre condizioni sulla privacy Informativa GDPR